Scuole, al via ristrutturazione di 103 asili nido

I progetti, distribuiti in tutta la Sicilia, finanziati in tre anni con i fondi nazionali per le politiche sociali, prevedono un cofinanziamento regionale attraverso le risorse del Fas.

Palermo. "La Sicilia si propone come la  regione italiana che più di tutte vuole tutelare i bambini".  Lo dice l'assessore regionale della Famiglia, Lino Leanza, che  ha presentato oggi la graduatoria per la realizzazione,  l'adeguamento e la ristrutturazione di 103 asili nido comunali e  di 12 di aziende pubbliche e private, per un importo di oltre 64  milioni di euro. I progetti, distribuiti in tutta la Sicilia, finanziati in  tre anni con i fondi nazionali per le politiche sociali,  prevedono un cofinanziamento regionale attraverso le risorse del  Fas. "Dopo i primi 63 progetti finanziati - prosegue Leanza -  siamo riusciti a scorrere la graduatoria e a finanziarne altri  50. Siamo particolarmente soddisfatti perché, da un lato siamo  riusciti a dare risposte concrete alle amministrazioni comunali,  dall'altro consentiremo ai bambini di vivere in un ambiente più  sicuro, e quindi più a loro misura, e alle loro mamme di poter  lavorare con tranquillità". Leanza ha anche annunciato la presentazione di uno specifico  disegno di legge. "Quello attuale - spiega - è di 31 anni fa.  C'é la necessità di correggerlo e di apportare modifiche in  considerazione delle nuove esigenze delle famiglie. Per fare  questo abbiamo a disposizione 60 milioni di euro che dovranno  servire per fornire servizi adeguati e per aumentare l'offerta  educativa per la scuola dell'infanzia". I due avvisi prevedevano una contribuzione per lavori e  forniture fino a 500 mila euro per gli asili nido comunali e di  300 mila per i micro-nido aziendali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati