Intimidazione a un giornalista de "La Sicilia"

L'auto di Giorgio Italia, collaboratore del quotidiano, è stata danneggiata a Buscemi, in provincia di Siracusa. Solidarietà dal comitato di redazione

Catania. Atto intimidatorio la scorsa  notte ai danni del giornalista Giorgio Italia, collaboratore del  quotidiano "La Sicilia". La sua auto, in sosta nei pressi di  casa nel centro di Buscemi, piccolo comune del Siracusano, è  stata danneggiata. Ignoti hanno frantumato il lunotto posteriore  ed il parabrezza della vettura.  Venerdì scorso allo stesso giornalista era stato  recapitato, nella buca delle lettere della sua abitazione, un  messaggio anonimo contenente minacce strettamente e direttamente  collegate alla sua attività. Entrambi gli  episodi sono stati denunciati ai carabinieri che stanno  svolgendo le indagini. A Giorgio Italia è giunta subito la solidarietà della  segreteria provinciale dell'Assostampa di  Siracusa che, in una nota, "confidando nel lavoro che le forze  dell'ordine stanno svolgendo  per individuare gli autori degli  inquietanti atti intimidartori" ha anche voluto "richiamare  tutti sulla necessità di mettere in campo ogni azione utile per  consentire ai giornalisti ovunque, sia nelle grandi città che  nei piccoli centri come Buscemi, di svolgere il loro lavoro con  la serenità necessaria e nella più completa sicurezza". Il Comitato di redazione de La  Sicilia è "vicino al collega Giorgio Italia e condanna il  gesto intimidatorio di cui è stato vittima".  "Che si tratti di un fatto legato alla sua attività- si  legge in una nota del cdr - è confermato anche  dall'avvertimento ricevuto appena venerdì mattina con un  biglietto di minacce". "Il Cdr, esprimendo la propria  incondizionata solidarietà a Giorgio Italia, - prosegue -  ricorda che i colleghi pubblicisti che lavorano in prima linea  sono spesso esposti alle intimidazioni e alle minacce. Il Cdr  ribadisce che questi colleghi non sono soli e che atti vili come  quelli che si sono verificati a Buscemi non fermeranno il lavoro  di corretta e puntuale informazione della categoria, che  rappresenta un baluardo della democrazia nel nostro Paese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati