Messina, danni a condotta idrica: frazioni senz'acqua

Il maltempo che nelle ultime ore si è abbattuto in tutta la Provincia ha provocato pesanti disagi a tutti i cittadini. Erogazione sospesa probabilmente per 48 ore

Messina. Il maltempo che la notte scorsa si  é abbattuto su  Messina ha procurato dei danni anche alle  condotte idriche. E le sirene per l'allarme non si sono  attivate, protestano, gli abitanti di Gampilieri. Il torrente Papardo, ingrossato a causa delle abbondanti  precipitazioni, nel tratto in cui incontra il torrente Lavatore  ha danneggiato la condotta dell'impianto di sollevamento che
rifornisce il villaggio di Faro Superiore a Messina. Gli operai  e i tecnici dell'Amam sono già a lavoro per ripristinare il  collegamento. Ma l'erogazione dell'acqua, già sospesa,  probabilmente non riprenderà prima delle prossime  48 ore. Per  questo l'Amam ha annunciato che attiverà già da domani mattina  un servizio sostitutivo: un'autobotte sarà disponibile nella  piazza principale del paese per la distribuzione dell'acqua  potabile agli abitanti di Faro Superiore. Per il maltempo che da  ieri notte sta flagellando Messina piccoli smottamenti si sono  verificati anche nel villaggio di Giampilieri, colpito già  l'uno ottobre da un tremendo nubifragio dove sono rimaste uccise  18 delle 37 vittime complessive dell'alluvione. Nessuno è  rimasto ferito, ma i residenti hanno lamentato il non corretto  funzionamento degli allarmi acustici che si dovrebbe attivare in  caso di allerta. Infatti le sirene non hanno suonato come  previsto dal piano di protezione civile in caso di forti piogge

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati