Mafia, ecco il libro mastro delle estorsioni

Gli investigatori hanno trovato una prova importante della gestione del racket da parte della famiglia di Santa Maria di Gesù

Palermo. E' ancora il racket delle estorsioni la principale fonte di reddito dell'organizzazione  mafiosa: la conferma dell'importanza delle estorsioni per  l'economia delle cosche arriva dall'indagine congiunta di polizia ed Fbi che ha portato a 26 arresti tra la Sicilia e gli  Usa.  
Nel corso dell'indagine gli investigatori hanno trovato una  prova importante della gestione del racket da parte della  famiglia di Santa Maria di Gesù: una sorta di libro mastro con  l'indicazione delle vittime del pizzo e delle cifre pagate  all'associazione mafiosa. A casa del cassiere della cosca è stato sequestrato anche  del denaro che, secondo gli inquirenti, sarebbe il frutto del  taglieggiamento. Nei confronti di chi si rifiutava di pagare l'organizzazione  reagiva con attentati, danneggiamenti. Dure le sanzioni adottate anche nei confronti di chi non si  adeguava alle decisioni della cosca: è il caso di Gioacchino  Stassi, un pregiudicato ferito a colpi di arma da fuoco nel  2009.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati