Palermo-Livorno: primo tempo a reti bianche

Palermo. Né Blasi, né Celustka, Rossi mette il già collaudato Goian al centro della difesa, accanto a Kjaer, spostando Bovo sull’out destro per sostituire Cassani. Botta e risposta nei primi minuti. Parte forte il Palermo, ma il Livorno fa capire che non sarà facile. Pastore ispira Cavani con un filtrante al 2’, ma Knezevic anticipa l’uruguaiano con un intervento al limite. I toscani si fanno vedere in avanti e conquistano due corner consecutivi. Lampo di classe di Pastore al 12’, l’argentino si libera di due avversari con un gioco di prestigio al vertice dell’area di rigore e scaglia un gran bel destro che si conclude fuori di poco.
Splendida azione al 18’: lancio di Liverani, sponda di Cavani e Miccoli sferra un tiro al volo sul quale Rubinho si supera mettendo in angolo.
Bovo spinge parecchio. Traversone del difensore romano al 27’, Cavani schiaccia sul secondo palo, palla a lato.  Il Livorno è ben messo dietro ma il Palermo spinge forte nel finale di tempo. Al 39’ Rubinho ancora protagonista: Bovo appoggia per Nocerino dentro l’area, tacco per Miccoli, gran diagonale e perfetta risposta del portiere brasiliano che devia in angolo.
Su un altro corner, al 41’, Kjaer prolunga sul secondo palo, ma Goian non riesce a spingere dentro da due passi. Livorno pericoloso, due minuti dopo, con un tiro velenoso di Mozart che si abbassa all’improvviso, ma termina sopra la traversa. La prima frazione si chiude con l’ammonizione di Goian per gioco scorretto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati