Fiat, Cimino: "Progetto Sunny Car presto operativo"

Il finanziere siciliano ha annunciato che il progetto, previsto a Termini Imerese, è pronto a passare alla fase successiva

Termini Imerese. Il fondo Cape del finanziere siciliano Simone Cimino, che con l'alleato indiano Reva intende lanciare il progetto "Sunny Car" che fa perno sulla riconversione del polo Fiat di Termini Imerese, è pronto a passare "alla fase operativa", dopo aver "preso atto degli sviluppi temporali delle scelte sul sito da parte delle autorità" ed "anche al fine di tener fede ai tempi del progetto". Domani Simone Cimino tornerà in India, a Bangalore, dalla Reva e dal suo fondatore Chatan Maini per passare alla fase due del progetto di produzioni di auto elettriche e di creazione di una rete solare di ricarica. Lo scopo, spiega Cimino, è quello di avviare da aprile la collaborazione commerciale con Reva trasformando Termini Imerese nell'hub distributivo del gruppo Reva, in attesa di far decollare la parte manifatturiere dai nuovi modelli di Reva, in particolare la linea Nxg, che sarà prodotta solo in Italia e distribuita in tutti i mercati". In parallelo "entro i primi di aprile si avvieranno i progetti di ricerca sulle tre società (Cape Rev, Cr Moss e Cr Changing, auto, sistemi solari di ricarica e rete di ricarica) e l'avvio della fase di progettazione esecutiva della rete solare". Cape "ritiene che il progetto possa cosi rafforzare le sue credenziali nelle prossime selezioni del ministero ed avere una velocità di attuazione indipendente dai tavoli istituzionali".  Cape ha anche "avviato da giovedì un sondaggio d'opinione per conoscere il sostegno al proprio progetto della comunità di riferimento", e "conta soprattutto sugli indirizzi strategici che la Commissione Europea potrebbe a breve scegliere in merito all'auto ecologica in Europa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati