Ecco la banda dei supermercati

Sei giovani di Brancaccio, fra i 25 e i 17 anni, arrestati per sei colpi messi a segno ai Fortè di Palermo

Palermo. Il più grande di loro ha 25 anni, il più giovane diciassette. Sono sei giovani palermitani e per loro l’accusa è quella di aver messo su una banda che rapinava i supermercati della catena Fortè. Sei colpi, fra febbraio e luglio dello scorso anno.
I ragazzi sono accusati di aver fatto parte di due gruppi di bande di rapinatori, definiti dalla polizia che ha condotto le indagini “interscambiabili”, che hanno costantemente dato l’assalto a due punti vendita della catena Fortè, quella di via Antonello da Messina (nella zona di via Montalbo) e quella di via Mario Orso Corbino (vicino la stazione centrale).
I destinatari del  provvedimento di custodia cautelare firmato dal gip Antonella Consiglio sono: Marco Ferrante, 20enne di via Gino Funaioli, Salvatore Fazio, 19enne di via Messina Marine, Francesco Volpe, 25enne di via Buonriposo, e Giuseppe Ciaramitaro, 20enne di via Giuseppe Puglisi. Destinatari del provvedimento anche due minorenni: D.A., un 17enne di via Azolino Hazon, ed F.C., 18enne, all’epoca delle rapine 17enne, di via Pier Luigi Deodato.
Gli assalti, secondo la ricostruzione della polizia, sono stati realizzati rispettivamente il 26 febbraio, nella filiale di via Antonello da Messina per un bottino di 206 euro, il 21 marzo nella stessa filiale per un bottino di 300 euro, il 30 marzo nella filiale di via Mario Orso Corbino, rubati 280 euro, il 17 luglio sempre in via Antonello da Messina per 200 euro, tre giorni dopo in via Mario Orso Corbino per un bottino questa volta più remunerativo di 590 euro ed infine in via Antonello da Messina il 30 luglio per 300 euro.
I malviventi che hanno agito talvolta a viso scoperto ed altre con il volto coperto da cappellini e cappucci, avevano l’abitudine di “far visita” negli esercizi nel tardo pomeriggio e non si facevano scrupolo di farsi largo tra gli attoniti clienti tenendo in mano una pistola..
I primi sviluppi investigativi sono nati dopo le prime quattro rapine, messe a segno presso i punti vendita del Supermercato Fortè di via Antonello da Messina il 26 febbraio e 21 marzo 2009 e in via Mario Orso Corbino avvenute il 30 marzo e 20 luglio 2009.
Le indagini si sono presto concentrate su un gruppo di giovani del quartiere Brancaccio, quattro  di questi immediatamente identificati dai “Condor” come autori di alcune delle rapine: i due minori insieme ad Arusa  e Ciaramitaro.
Dall’approfondimento delle indagini è poi venuto fuori che lo stesso gruppo si era reso responsabile di altre due rapine ai danni del supermercato Fortè di via Antonello da Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati