Ripartito il superacceleratore Lhc

Dopo la lunga pausa cominciata prima di Natale, la macchina ha ricominciato a funzionare

Roma. È tornato in attività nella note l'acceleratore più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra. Dopo la lunga pausa cominciata prima di Natale, "la macchina ha ricominciato a funzionare oggi", ha detto il fisico Guido Tonelli, responsabile mondiale di uno dei quattro esperimenti dell'acceleratore, il Cms.
I primi fasci sono stati iniettati nell'anello da 27 chilometri della macchina all'energia di 450 miliardi di elettronvolt (Gev) per fascio (complessivamente 900 GeV).
Per i prossimi 10-15 giorni si prevede di iniettare un fascio alla volta, uno in senso orario e poi l'altro in senso antiorario, in modo da mettere a punto i magneti. Dopo questa fase si passerà all'energia di 7.000 miliardi di elettronvolt (ossia 7 Tev).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati