Agricoltore accoltellato a Taranto, fermato badante romeno

Manduria. Un cittadino romeno di 33 anni è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con l'accusa di tentato omicidio di un agricoltore di Manduria (Taranto), Salvatore Lochi, 59 anni, accoltellato la sera del 18 febbraio scorso in vico Salento, alla periferia della città, ed attualmente ricoverato in coma nell'ospedale di Potenza. Il presunto aggressore è il badante che assisteva saltuariamente gli anziani genitori della vittima. Durante l'interrogatorio condotto da agenti del commissariato di polizia, l'uomo avrebbe ammesso le proprie responsabilità.
L'aggressore - a quanto si è saputo - avrebbe cercato di estorcere mille euro all'agricoltore per tornare in Romania con la moglie e i due figli minori. Dopo l'ennesimo rifiuto, Lochi é stato accoltellato con cinque fendenti all'addome, al torace e al braccio sinistro e lasciato agonizzante accanto a un cassonetto dei rifiuti, vicino alla casa in cui abita con gli anziani genitori.
Ad imprimere la svolta alle indagini sono state alcune intercettazioni telefoniche. Il romeno era stato interrogato all'indomani dell'aggressione e si era contraddetto più volte, ma non erano stati raccolti sufficienti indizi di colpevolezza a suo carico. L'agricoltore, benché sofferente per le gravi ferite riportate, durante il trasporto in ospedale aveva confidato a un poliziotto di essere stato accoltellato da un cittadino romeno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati