Cinque licei, istituti tecnici e professionali: tutti i dettagli

Ecco le specificità dei vari indirizzi. Allo scientifico anche percorsi senza lo studio del latino

Palermo. Con il nuovo ordinamento la scuola secondaria di secondo grado cambia volto e comprende cinque licei, gli istituti tecnici con 11 indirizzi e gli istituti professionali con 6 indirizzi. Queste le novità.
Liceo artistico. A partire dal secondo biennio si articola in sei indirizzi: arti figurative, architettura e ambiente, design, audiovisivo e multimediale, grafica, scenografia.
Liceo classico. Questo percorso di studi non ha subito grandi cambiamenti. Le materie più importanti rimangono italiano, latino, greco, storia e filosofia, in continuità con la tradizione liceale. Mentre ad essere rafforzato è l’insegnamento della lingua straniera, e potenziato l’asse matematico-scientifico e della storia dell’arte.
Liceo scientifico. Il liceo scientifico prevede anche percorsi senza latino. Si rafforzano la matematica e le materie scientifiche.
Liceo scienze umane. Prevista l’opzione economico-sociale e lo studio di due lingue straniere.
Liceo musicale e corieutico. L’iscrizione è subordinata al superamento di una prova di verifica delle specifiche competenze possedute. Nella sezione musicale si studieranno: scienze motorie e sportive; esecuzione e interpretazione; teoria, analisi e composizione, storia della musica, laboratorio di musica d’insieme, tecnologie musicali. Nella sezione corieutica: storia della danza; della musica; tecniche della danza; laboratorio coreutica; laboratorio coreografico; teoria e pratica musicale per la danza.
I nuovi istituti tecnici. Settore economico: amministrazione, finanza e marketing; turismo. Settore tecnologico: meccanica, meccatronica ed energia; trasporti e logistica; elettronica ed elettrotecnica; informatica e telecomunicazioni; grafica e comunicazione; chimica, materiali e biotecnologie; sistema moda; agraria,agroalimentare e agroindustria; costruzioni,ambiente e territorio.
I nuovi istituti professionali. Settore servizi: servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale; servizi socio-sanitari (odontotecnico e ottico); servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera; servizi commercial. Settore industria e artigianato: produzioni industriali e artigianali; manutenzione e assistenza tecnica.
M.L.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati