Messina, operazione "Sistema": due condanne

Con il rito abbreviato il gup ha inflitto 10 anni e 8 mesi al boss di Barcellona Pozzo di Gotto Carmelo D'Amico e 7 anni e 10 mesi a il "capo" di Mazzarrà Sant'Andrea Carmelo Bisognano. Assolto Giuseppe Castro

Messina. Il gup di Messina, Mariangela  Nastasi, nell'ambito del processo scaturito dall'operazione  'Sistema' ha condannato, con il rito abbreviato, a 10 anni e 8  mesi il boss di Barcellona Pozzo di Gotto, Carmelo D'Amico; a 7  anni e 10 mesi il boss reggente di Mazzarrà Sant'Andrea, Carmelo Bisognano, mentre ha assolto il catanese Alfio Giuseppe  Castro. L'operazione Sistema, scattata lo scorso febbraio, aveva  svelato un giro di tangenti imposte agli imprenditori impegnati  in appalti importanti nella zona tirrenica. Secondo quanto  scaturito dalle indagini della squadra mobile di Messina, i tre  imputati, nei vari territori di competenza interessati alla  realizzazione di un'opera pubblica, imponevano all'imprenditore  il pagamento di una tangente. Secondo l'accusa dopo che le  vittime si aggiudicavano i lavori per importi tra 5 e 10 milioni  di euro, i clan della zona tirrenica incassavano dai 200 ai 400mila euro ad appalto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati