Palermo, non paga le tasse al figlio "bamboccione": assolto

Un consulente è stato dichiarato innocente dal tribunale. Era stato denunciato dal ragazzo, trentenne e ampiamente fuori corso perchè si rifiutava di finanziare i suoi studi universitari

Palermo. Il figlio studia con scarso profitto e il padre viene assolto dall'accusa di non avergli pagato le spese universitarie. La decisione è della quarta sezione del tribunale di Palermo, presieduta da Giovanni Tomaselli. Sotto processo era un consulente del lavoro accusato di violazione degli obblighi del mantenimento familiare. Era stato denunciato dal figlio trentenne, cui non dava più i 500 euro mensili stabiliti da giudice civile al momento della separazione fra i genitori e della scelta del ragazzo di andare a vivere con la madre. Il legale della difesa, l'avv. Fabrizio Biondo ha chiesto che l'imputato venisse assolto, pur esistendo una sentenza del giudice civile, non solo perché il figlio, ormai diventato adulto, dovrebbe mantenersi da solo cercando un lavoro, ma anche perché il suo percorso di studi è tutt'altro che brillante. Da nove anni è iscritto alla facoltà di Ingegneria ma ha superato soltanto gli esami del triennio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati