Pastore sardo di 105 anni muore d’infarto in ovile

Cagliari. È morto d'infarto a 105 anni nel suo ovile a Corr'e Cerbu a Villaputzu, dove viveva nonostante l'età. Come ogni giorno, nella sua azienda agropastorale, Antonio Contu, ogliastrino originario di Jerzu, accudiva un gregge di capre assieme al figlio e ad un nipote. Anche se centenario, l'uomo non aveva voluto smettere di fare il pastore né aveva voluto abbandonare il suo ovile e i suoi animali. Contu, nato nell'agosto 1905, ieri mattina si è alzato come sempre nella sua azienda ed è uscito per prendere un po' di legna per il caminetto. Ma il freddo intenso (in questi giorni l'interno dell'isola registra temperature sotto lo zero) lo ha fatto rientrare presto a casa, dove ha accusato un malore e poco dopo, mentre il figlio e un nipote mungevano le capre, è morto. È stato proprio il figlio che, rientrato in casa, ha trovato l'ultracentenario ormai morto. Contu - come riportano i quotidiani sardi - non aveva voluto vivere in paese ma nel suo ovile, a circa 15 chilometri dal centro abitato e sino all'ultimo è stato autonomo e prodigo di consigli, dopo una vita spesa a fare il pastore da quando aveva nove anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati