Frana a San Fratello, sopralluogo di Lombardo

Alle 16.30 riunione dell’unità di crisi con il governatore nella sede del Parco, a Sant'Agata di Militello, per fare il punto della situazione

Palermo. La giunta di governo si occuperà immediatamente delle gravi emergenze relative alle frane avvenute tra ieri e oggi nei quattro comuni del Messinese: Raccuja, San Fratello, Sant'Angelo di Brolo e Tusa. La Regione, inoltre, chiederà un'ordinanza di protezione civile nazionale in favore della popolazione interessata. Oggi, il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, l'assessore regionale dell'Istruzione e Formazione, Mario Centorrino, e i 40 sindaci dei comuni dei Nebrodi effettueranno un sopralluogo nelle zone della frana e alle 16.30 si riuniranno nella sede del Parco, a Sant'Agata di Militello, per fare il punto della situazione. Il Parco è stato individuato come sede operativa dell'unità di crisi.
Centorrino, che si è già recato a San Fratello, ha parlato di "grave disastro". "Abbiamo preso atto - ha detto - che vi sono due segmenti di una grande frana: uno si muove lentamente,l'altro va progressivamente accelerando. Si tratta di una frana che risale a circa 200 anni fa e che divide il paese". Nella zona sono già presenti, per valutare la situazione e intervenire tempestivamente, una unità operativa della protezione civile regionale, vigili urbani e tecnici della Regione."Spero - ha proseguito l'assessore - che l'intera collettività si faccia carico di questa emergenza perché stiamo assistendo a scene veramente tristi, di una popolazione costretta a sfollare, cercando compostamente e disperatamente di mettere a riparo tutte le proprie cose".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati