Nucleare, il 70% dei siciliani dice no

Dal sondaggio, effettuato da Demopolis, è emerso che la popolazione dell'Isola è contraria ad un eventuale costruzione di una centrale

Palermo. Il 70% dei siciliani si dichiara contrario all'eventuale costruzione di una centrale nucleare nell'isola. E' quanto emerge dall'indagine dell'Istituto nazionale di Ricerche Demopolis, all'indomani del decreto del governo nazionale che disciplina la realizzazione e la localizzazione dei nuovi impianti, sancendo di fatto il ritorno del Paese al nucleare. Solo il 23% dei cittadini sarebbe propenso all'installazione di un sito nella regione; il 7% non esprime invece un'opinione in merito. I dati dell'indagine sono stati rilevati dal 4 al 10 su un campione di 820 intervistati con più di 15 anni. I siciliani si mostrano decisamente ostili al ritorno al
nucleare come possibile soluzione alla crisi energetica, manifestando piuttosto una preferenza per fonti alternative, quali soprattutto il solare (82%). Un orientamento, quest'ultimo, recentemente espresso anche dal governo di Raffaele Lombardo. L'opposizione al nucleare si innalza al 74% tra le donne e sfiora l'80% tra le nuove generazioni, nella fascia d'età compresa tra i 16 e i 34 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati