Iran, scontri in piazza: tre i morti secondo Twitter

Secondo il social network sarebbe questo il bilancio del trentunesimo anniversario della Rivoluzione islamica. «Colpita una 27enne». Mobilitate le milizie Basiji, attacco a Karrubi e Khatami. Fermata la nipote dell'ayatollah Khomeini

Teheran. Sarebbero tre i manifestanti rimasti uccisi oggi in Iran in scontri con miliziani basiji, secondo notizie diffuse su twitter ma non verificabili. I morti sarebbero Leyla Zarei, una ragazza di 27 anni uccisa da un colpo d'arma da fuoco sulla piazza Vali Asr a Teheran, una persona non identificata nel quartiere di Shararak-e Gharb, nella capitale, e un'altra a Shiraz, nell'Iran meridionale. L'Italia intanto non intende "interferire negli affari interni" iraniani ma dice "no" alla "repressione violenta" e no al divieto delle autorità di Teheran alle manifestazioni dell'opposizione. La linea dei "tre no" dell'Italia è stata spiegato dal portavoce della Farnesina, Maurizio Massari, nel consueto briefing settimanale alla stampa. Massari ha ribadito "l'appello" dell'Italia alle autorità iraniane "ad evitare qualsiasi violenza sui manifestanti". Inoltre, "dovrebbe essere interesse stesso dell'Iran avere un dialogo aperto con l'opposizione" visto che è meglio "essere rispettati e non temuti dai propri cittadini". Sempre Massari ha chiarito che "non esiste nessuna ipotesi di ritiro del nostro ambasciatore da Teheran"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati