Lazio contestata: Reja a un passo

Un migliaio di tifosi biancocelesti a Formello per manifestare contro Ballardini e Lotito. L'ex tecnico del Napoli si è svincolato dall'Hajduk Spalato

Roma. Mentre Edy Reja si svincola dall’Hajduk Spalato per volare a Roma e firmare il contratto con la Lazio, un migliaio di tifosi biancocelesti si sono dati appuntamento a Formello per contestare la squadra, in zona retrocessione, dopo la sconfitta interna col Catania.
Il bilancio dei tafferugli tra ultras e forze dell’ordine intervenute per sedare la protesta è di tre feriti e cinque fermati.
La polizia, dopo aver effettuato cariche per fermare i cento ultras che forzando un cancello erano entrati nel centro sportivo, hanno effettuato cinque fermi tra i tifosi. Tre persone, dopo il lancio di sassi e fumogeni, sono stati trasportati in ospedale a bordo di ambulanze.
Cori di protesta contro il presidente Lotito, il direttore sportivo Tare, e l'allenatore Davide Ballardini. Tra poco dovrebbe cominciare l'allenamento della squadra, che secondo quanto riferisce la società dovrebbe essere diretto ancora dallo stesso Ballardini.
Intanto l'ex allenatore del Napoli si è infatti svincolato stamattina dalla squadra croata stamattina e dovrebbe giungere nella Capitale nella tarda serata di oggi o al più tardi domani mattina, per firmare il contratto (fino al 2011) che lo legherà al club biancoceleste.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati