L'Arpa: la discarica di Bellolampo non è sicura

L'agenzia: "Riversamenti schiumosi di percolato che finiscono sui terreni circostanti"

Palermo. A novembre scorso, l'Arpa, l'agenzia regionale per l'ambiente, ha predisposto una relazione sullo smaltimento del percolato nella discarica palermitana di Bellolampo denunciando che "non erano stati realizzati gli interventi necessari per mettere in sicurezza il sito". Il documento è stato inviato all'Amia, l'ex municipalizzata che gestisce la discarica, al Comune di Palermo, al prefetto, alla Provincia e all'Agenzia dei Rifiuti.
Sulla gestione e lo smaltimento del percolato, ora la Procura di Palermo ha aperto un'inchiesta che vede indagati, per disastro colposo, tra gli altri, il commissario liquidatore dell'Amia. L'Arpa, in particolare, denunciava l'esistenza di "riversamenti schiumosi di percolato che finiscono sui terreni circostanti e sulla quinta vasca" che è ancora in costruzione. Inoltre, secondo la relazione il percolato avrebbe completamente invaso la cosiddetta stazione di transizione, l'area dalla quale i rifiuti devono passare per poi essere trattati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati