Iran, tentato un assalto all'ambasciata italiana

Lo ha detto il ministro degli Esteri, Franco Frattini: "Un centinaio di basiji ha tirato pietre e urlato slogan come 'Morte all'Italia' e 'Morte a Berlusconi'"

Roma. Un centinaio di basiji iraniani hanno tentato di assalire una manifestazione "ostile" davanti all'ambasciata italiana Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Franco Frattini al Senato, precisando che l'11, in occasione della manifestazioni per l'anniversario della rivoluzione islamica, l'Italia non invierà il proprio ambasciatore.
Decine di miliziani, ha detto Frattini, hanno tirato pietre contro l'ambasciata e urlato slogan come "Morte all'Italia " e "Morte a Berlusconi".
I basiji erano "un centinaio, travestiti da civili", ha spiegato Frattini, e le stesse manifestazioni violente si sono svolte di fronte alle ambasciate di Francia e Germania. "Non ci sono stati danni seri, la polizia ha sventato l'assalto vero e proprio, ma siamo preoccupati", ha sottolineato il capo della Farnesina, che ha dato indicazioni all'ambasciatore a Teheran di non partecipare alle cerimonie ufficiali di commemorazione della fondazione della Repubblica Islamica. "Stiamo valutando una partecipazione a livello europeo", ha spiegato il ministro.
Giovedì, ha aggiunto, l'ambasciata resterà aperta, ma è presto per sapere se accoglierà gli eventuali feriti di una repressione che si annuncia durissima: "Non precipitiamo la situazione, vedremo", si è limitato a dire Frattini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati