Caltanissetta, si pente la "signora di Cosa nostra"

Maria Indorato, moglie e madre di Gioacchino e Salvatore Mastrosimone, ha deciso anche lei di collaborare con la giustizia

Maria Indorato, 47 anni di Sommantino, ha deciso di collaborare con la giustizia. Anche lei, dopo Gioacchino e Salvatore Mastrosimone, rispettivamente marito e figlio della Indorato, ha deciso di saltare il fosso e dare una mano alle autorità con le sue rivelazioni. La donna ha chiesto ufficialmente di entrare nel programma di protezione. Dunque se Maria Indorato sia stata o no "la signora di Cosa nostra", lo riveleranno le sue dichiarazioni ai magistrati. I suoi familiari hanno già confessato una serie di omicidi commessi nel Nisseno e nel Palermitano. Ulteriori approfondimenti sull'edizione cartacea del "Giornale di Sicilia"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati