Rossi: "Ora non si può più sbagliare"

Il tecnico del Palermo alla vigilia dell'importante gara contro la Fiorentina, diretta concorrente per un posto in Europa

Palermo. Scherza su Miccoli smorzando le polemiche, ringrazia il presidente Zamparini e chiama a raccolta il pubblico per l’importante gara di domani con la Fiorentina. È un Delio Rossi sereno, come al solito, quello che si presenta alla conferenza stampa alla vigilia della partita coi viola.
Un match difficile fra due squadre in lotta per i posti nell’Europa che conta. “Ma nel girone di ritorno – dice Rossi – per ogni partita non ci saranno appelli. Se avessimo giocato contro un’altra squadra, la concentrazione sarebbe stata la stessa”.
Su Zamparini che ieri si è complimentato per la gestione della squadra, Rossi afferma: "Le parole del presidente mi rendono fiero e mi spingono a fare sempre meglio. Con Zamparini ho subito instaurato un rapporto molto schietto. Ci diciamo tutto in privato, senza intromissioni della stampa".
Pochi spunti sulla formazione: “Simplicio e Pastore sono due calciatori diversi, così come sono differenti le caratteristiche di Bresciano e Simplicio. Non abbiamo cloni". L’allenatore rosanero non esclude la possibilità di uno schieramento ad albero di Natale: “E’ normale che cerchi di adeguarti alle situazioni che hai davanti, ad esempio in corso di gara. Noi cerchiamo sempre di non alterare la natura della nostra identità tattica, poi tutto può evolversi". Quasi certamente comunque l’unica punta sarà Fabrizio Miccoli: “Sta bene, l’ho trovato anche più alto questa settimana...", scherza Rossi.
Infine un appello ai tifosi, dopo le frecciatine di Zamparini: “Spero proprio di avere dalla nostra il pubblico che è sempre determinante. Preferisco che incitino i nostri ragazzi rispetto a sentire sonori fischi nei confronti dei viola".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati