Stalking, un arresto nel Catanese

Catania. Avrebbe più volte minacciato di morte e danneggiato l'auto della sua ex convivente, di 29 anni con la quale ha avuto un figlio, che aveva interrotto la relazione tornando a casa dei genitori. E ieri al culmine dell'ennesima lite l'ha colpita al viso con un pugno. E' l'accusa contestata dai carabinieri a Alfio Di Bella, 26 anni, arrestato per stalking.
Secondo quanto raccontato dalla vittima a militari dell'Arma di Riposto, la donna viveva quasi segregata in casa per paura di rappresaglie e quando usciva si faceva sempre accompagnare da qualche amica fidata o dai genitori. L'uomo la tormentava con continue vessazioni e minacce di morte attraverso telefonate all'utenza cellulare e su quella fissa, accusandola di avere relazioni sessuali con più persone.
Nel tardo pomeriggio di ieri, stanca della situazione ormai insostenibile ed al culmine dell'ennesima lite con Di Bella che ha sferrato un pugno al volto, ha deciso di richiedere l'intervento dei Carabinieri che, raccolti gli elementi di colpevolezza, lo hanno arrestato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati