La California boccia i limiti alla marijuana medica

Los Angeles. La Corte Suprema della California ha respinto i limiti alla marijuana medica imposti dai parlamentari dello stato, affermando che le persone con prescrizioni per l'"erba" possono detenere e coltivare tutta quella che serve loro per uso personale.
L'alta corte ha stabilito che i parlamentari hanno impropriamente emendato la legge che depenalizzava il possesso di marijuana ai "californiani seriamente malati" che avevano una prescrizione medica, imponendo ai pazienti un limite di otto once (227 grammi) di marijuana seccata e sei piantine.
La Legge sull'uso compassionevole, approvata dagli elettori della California nel 1996, non aveva messo limiti a quanta marijuana i pazienti potevano possedere e coltivare, affermando solo che doveva essere per uso personale. La Corte Suprema statale ha stabilito che i limiti imposti non devono "intralciare" la capacità di una persona di affermare, sulla base della Legge sull'uso compassionevole, che la marijuana posseduta o coltivata è per uso personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati