Fotoricatto da 300 mila euro: Lapo Elkann sarebbe la vittima

Scatti compromettenti che risalirebbero al periodo dopo il ricovero per overdose del 2005

Milano. Il 'foto-ricatto' da 300 mila euro al centro della nuova inchiesta milanese sarebbe stato compiuto ai danni di Lapo Elkann e riguarderebbe fotografie compromettenti. E' quanto si è appreso al Palazzo di giustizia a proposito degli interrogatori che si sono svolti in procura a Milano nei giorni scorsi, nell'ambito delle indagini coordinate dal pm Frank Di Maio.
Il 'foto-ricatto' ai danni di Elkann, a quanto si è appreso, riguarderebbe fotografie scattate dopo l'episodio del ricovero per overdose che risale al 2005. Il nome di Elkann era già comparso quale vittima di una tentata estorsione da parte di Fabrizio Corona, in relazione all'episodio della serata trascorsa con un transessuale e conclusasi con l'overdose. Per quell’imputazione, però, Corona, condannato a tre anni e otto mesi nel primo filone dell'inchiesta, è stato prosciolto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati