Lombardo ter, via libera dall'Ars

Bocciati gli ordini del giorno di Pdl e Udc contro il nuovo governo nominato dal presidente della Regione e per la revoca dell'assessore ai Beni culturali, Gaetano Armao

Palermo. L'Assemblea regionale siciliana ha dato il via libera al terzo governo Lombardo. Il dibattito d'aula sulle comunicazioni del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, sulla nuova composizione delle giunta, si è concluso in nottata con la bocciatura dell'ordine del giorno presentato dai capigruppo del Pdl, Innocenzo Leontini, e dell'Udc, Rudy Maira,che chiedeva la "non approvazione dell'azione politica del presidente della Regione tesa allo stravolgimento della  volontà popolare per mera occupazione del potere".
L'Assemblea ha respinto anche un secondo ordine del giorno, firmato dai rappresentanti degli stessi gruppi parlamentari, con il quale si chiedeva la revoca della nomina dell'assessore regionale per i Beni culturali Gaetano Armao. Nel dibattito d'aula Pdl e Udc hanno confermato la loro opposizione al governo Lombardo, accusato di avere compiuto un "ribaltone" e di avere modificato la composizione della maggioranza di centrodestra con l'ingresso di fatto, anche se non ufficialmente, del Pd.
A favore dell'azione del Governatore hanno votato Mpa e Pdl Sicilia mentre il Pd, che non ha partecipato alle votazioni, ha riconfermato la sua linea di sostegno all'azione di governo finalizzata all'approvazione di riforme nell'interesse della Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati