Le mozzarelle di bufala annacquate

Il ministro per le Politiche agricole Zaia annuncia il commissariamento del consorzio del famoso prodotto campano. La risposta dell'ente: "Non può farlo, noi siamo privati"

Napoli. "Il presidente del consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana Dop è stato sorpreso durante i controlli ad annacquare il latte". Con questa motivazione il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Luca Zaia ha annunciato, ieri, la decisione di aver commissariato il Consorzio della bufala Dop che vede insieme 128 produttori. Ma non può farlo, fanno capire in una nota dal consorzio, "perché siamo un ente privato non pubblico". E il presidente "annacquatore", Luigi Chianese, titolare di un noto caseificio, annuncia anche di aver presentato una denuncia alla procura della Repubblica perché "i campioni prelevati" nella sua azienda "sono di prima istanza e in quanto tali non validi a livello legale, almeno finché non si confermano i risultati con ulteriori analisi. E non solo: Per legge devono rimanere, fino a prova contraria, riservati. Cosi non è stato". Zaia intanto ha nominato quattro uomini di sua fiducia "che controlleranno - spiega - con la lente di ingrandimento" il "grave caso di contraffazione". "Da due anni a oggi - ha spiegato il ministro - la mia politica di tolleranza zero ha portato alla scoperta di molti casi di contraffazione di prodotti alimentari. A novembre i numerosi controlli nella grande distribuzione hanno rivelato che nel 25% dei campioni analizzati, le mozzarelle non erano vere mozzarelle di bufala poiché contenevano almeno il 30% di latte di vacca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati