Catania, resti di corpo umano vicino a un fiume

A trovarlo ieri mattina da un gruppo di escursionisti di Legambiente, nei pressi della foce del Simeto. Per i carabinieri forse è annegato. Disposti accertamenti del Ris

Catania. I resti in avanzato stato di decomposizione del corpo di un uomo, senza testa, gli arti inferiori e un braccio, sono stati trovati ieri mattina da escursionisti di Legambiente vicino la foce del fiume Simeto, nella zona del Villaggio Azzurro di Catania.
Secondo i primi rilievi potrebbe trattarsi di un giovane europeo morto per annegamento, il cui corpo sarebbe rimasto per molto tempo in acqua. Sul posto per i rilievi sono intervenuti i carabinieri del reparto operativo del comando provinciale che hanno avviato le indagini, consultando le denunce di persone scomparse presentate tra Catania e Siracusa. La Procura della Repubblica ha disposto l'autopsia e delegato accertamenti scientifici, come la ricerca del Dna della vittima, a carabinieri del Ris di Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati