Ore di angoscia, poi la telefonata: sto bene

Notizie rassicuranti dalla Farnesina per Fabrizio Valenti, originario di Giarre. Non si sa nulla, invece, del padre Emanuele

Palermo. È vivo Fabrizio Valenti, il ristoratore di Giarre titolare di un locale ad Haiti. E con lui anche la moglie e i due figli non sono tra le vittime del terremoto. Purtroppo non si saprebbe, invece, ancora nulla del padre di Fabrizio, Emanuele.
A riferirlo, dopo una chiamata al ministero degli Esteri e dopo le ore di angoscia raccontate stamattina a Gds.it, è ancora l'amico di Valenti, Alfredo Lo Cicero, palermitano che nel Paese caraibico ha lavorato 18 mesi come cooperante di una ong legata all'Onu.
“Telefonando all'unità di crisi della Farnesina - racconta Lo Cicero - ho avuto la conferma che sono vivi. La casa ha subito danni, ovviamente, ma loro starebbero bene. Lo ha comunicato al ministero, la sorella di Fabrizio che lo ha sentito al telefono. Del padre non so ancora nulla”.
E ora la preoccupazione è rivolta anche ad altri cari che Lo Cicero ha conosciuto lavorando nell'isola caraibica tra il 2005 e il 2007. “Tanti colleghi francesi, oltre gli abitanti del posto con cui avevamo costruito uno splendido legame. So solo che un amico franco-canadese, funzionario delle Nazioni Unite è uscito vivo dalle macerie del palazzo dell'Onu crollato. L'ho visto in tv, alla Cnn e so anche che la moglie, una milanese, sta bene ed è all'aeroporto militare. Attraverso i social network e i forum su internet sto cercando notizie sugli altri. Di sicuro però questa è una mazzata per lo sfortunato popolo haitiano...”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati