Al Qaeda minaccia di uccidere l'ostaggio francese in Mali

Dubai. Al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi) minaccia di uccidere l'ostaggio francese rapito a fine novembre se quattro suoi prigionieri in Mali non verranno liberati entro 20 giorni. Lo comunica il centro americano di sorveglianza dei siti islamici Site.
L'Aqmi è lo stesso gruppo terroristico autore del rapimento di Sergio Cicala e Philomene Kabouree, la coppia italiana rapita in Mauritania il 18 dicembre scorso. Il francese Pierre Camatte, 61 anni, fu rapito in Mali lo scorso 25 novembre. Al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqim), riporta il sito di monitoraggio americano Site, scrive: "Facciamo appello ai cittadini francesi e alla famiglia del rapito perché facciano pressione sul governo (del presidente Nicolas) Sarkozy e gli impediscano di fare le fesserie che (il premier britannico) Gordon Brown fece contro il suo cittadino". Il britannico Edwin Deyer fu rapito da Aqim al confine fra Niger e Mali nel gennaio 2009 e assassinato lo scorso maggio. Lo scorso novembre Al Qaeda nel Maghreb islamico rivendicò anche il rapimento di tre spagnoli in Mauritania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati