Mchedlidze non torna, avventura al capolinea

L'attaccante forse non verrà riscattato. L'agente: "Il suo mancato rientro è discutibile". Zamparini: "Se non lo vediamo più è meglio, i georgiani sono strani"

Avventura rosanero al capolinea per l'attaccante georgiano Levan Mchedlidze che ora non dovrebbe essere riscattato dal Palermo. Il comportamento del calciatore, che non è ancora tornato in sede per prendere parte alla preparazione in vista della gara di Marassi, ha provocato malumori nella società rosanero che ora sembra orientata a non esercitare l'opzione sul riscatto dell'intero cartellino (6,5 milioni di euro all'Empoli).
   "Ho parlato con Levan ieri sera, si trova ancora in Georgia - ha spiegato Davide Torchia, agente dell'attaccante -. E' in contatto con me e vedremo cosa fare, perché stiamo
valutando. E' stata una reazione frutto di questioni tecniche, non c'é dell'altro. Certamente è stato un gesto discutibile, una reazione sbagliata ma io non voglio essere un giudice anche perché bisogna vedere da cosa scaturisce poi questa reazione".
   Anche il presidente Maurizio Zamparini ha voluto dire la sua sul mancato rientro di Mchelidze: "Se non lo vediamo più è meglio. Ci sono giocatori che hanno gambe e testa e altri che hanno solo le gambe. I georgiani sono strani, non so neanche come definire il suo comportamento. L'aveva fatto anche quest'estate - rivela - voleva un ritocco dell'ingaggio altrimenti non rientrava. Avrà qualche suo disegno recondito, e lo vive alla georgiana".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati