Tre milioni di animali in sovrappeso

A lanciare l'allarme il telefono amico dell'associazione italiana per la difesa degli animali. La causa sarebbero anche i postumi degli ipercalorici pasti festivi

Non sono solo le persone a dover smaltire i postumi ipercalorici di cenoni e pranzi delle feste natalizie, ma a farne le spese sono pure almeno 3 milioni di animali domestici, sovrappeso grazie anche ai bagordi alimentari a cui sono stati sottoposti in questi ultimi giorni. Secondo i dati raccolti dal Telefono Amico AIDAA (Associazione italiana
difesa animali e ambiente) almeno il 15% dei gatti e il 18% dei cani che vivono stabilmente nelle famiglie italiane sono sovrappeso, se non obesi. Nel complesso, sarebbero circa due milioni i cani, prevalentemente appartenenti a razze di piccola e media taglia, e un milione i gatti quotidianamente sottoposti a stress alimentare, ed obbligati ad un'alimentazione non corretta che li porta ad avere problemi di sovrappeso con tutte le conseguenze sanitarie del caso. Le feste che si stanno concludendo, afferma
l'Aidaa, "sono state l'ennesima occasione per rimpinzare molti animali domestici di cibi che nulla hanno a che vedere con la loro corretta alimentazione".
 
"In questi giorni - sottolinea Lorenzo Croce, presidente nazionale AIDAA - sono state diverse le telefonate giunte al Telefono Amico AIDAA da parte di proprietari che chiedevano numeri di telefono di ambulatori veterinari aperti per poter soccorrere i loro cani e gatti non già feriti o spaventati dai botti di Capodanno, ma in preda a vere e proprie indigestioni da cibo. Ma l'alimentazione non corretta dei nostri animali da parte dei padroni - avverte Croce - configura di fatto un vero e proprio maltrattamento, sia esso prodotto da distrazione e ignoranza o da superficialità". Circostanze, conclude il presidente Aidaa, che "ripropongono ancora una volta una riflessione: dobbiamo sempre ricordarci che il nostro cane o il nostro gatto non sono un giocattolo ma esseri viventi con le loro necessità, e per questo è buona cosa sottoporre periodicamente i nostri amici a quattro zampe ad adeguati controlli veterinari".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati