Beckam: avrei voluto restare nel Manchester

Dichiarazione d'amore del centrocampista inglese alla sua ex squadra che affronterà in Champions: "Mi dispiace ma farò in modo che vinca il Milan"

"Avrei voluto rimanere nel Manchester United per tutta la mia carriera di calciatore, ma purtroppo non è andata così. Nel 2003 passai al Real Madrid, nel mio ultimo anno lì vincemmo la Liga e per questo posso dire di essere stato bene. Ma avrei preferito rimanere nello United".
   In un'intervista concessa alla Bbc David Beckham si lascia andare ad un'autentica dichiarazione d'amore nei confronti della sua ex squadra, che ritroverà per la prima volta da avversario il prossimo 10 marzo, quando tornerà all'Old Trafford vestendo la maglia del Milan nel match valido per gli ottavi di finale della Champions League. Dopo aver detto di invidiare quei colleghi cresciuti con lui nelle giovanili dello United e che ancora giocano nei 'Red Devils', ovvero Ryan Giggs, Paul Scholes e Gary Neville, Beckham lo 'Spice Boy' rivela di essere "sicuro che quel giorno mi prenderanno in giro e cercheranno anche di tirarmi un calcio perché per tanti anni siamo stati insieme e abbiamo vinto molto. Eravamo grandi amici anche fuori dal campo e proprio l'unione e l'affiatamento del gruppo sono stati il segreto della nostra squadra".
   Ma come sarà affrontare il Manchester United? "Per me il Manchester United è così speciale e non l'ho mai incontrato da avversario - è la risposta -. Ci tornerò adesso, sette anni dopo e come giocatore del Milan: forse non potrebbe esserci situazione migliore, ed è un'esperienza che mi voglio godere fino in fondo. Ma vorrei che vincessimo, e come noi intendo il Milan. Come tifoso dello United vorrei che la mia squadra vincesse ogni partita, ma non questa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati