La Regione stabilizza duemila precari

La decisione poche ore prima dello stop imposto dal ministro Brunetta che impone i concorsi pubblici per le assunzioni nella pubblica amministrazione.

La Regione siciliana ha stabilizzato 2 mila precari che lavorano per gli enti locali, poche ore prima dell'entrata in vigore del decreto Brunetta che impone i concorsi pubblici per le assunzioni nella pubblica amministrazione. La circolare che riguarda i 2 mila precari e che prevede anche la proroga dei contratti a termine di altri 3 mila precari è stata firmata il 31 dicembre. Il governo di Raffaele Lombardo dunque ha riservato un buon Capodanno a circa 5.000 persone che lavorano nei comuni e nelle Province. "Sono certo che questo provvedimento consentirà di dare maggiore serenità a tanti lavoratori, che rendono un qualificato servizio nei nostri enti locali", ha detto il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, dopo la pubblicazione della circolare (n. 99/2009/AG-V) con cui è stata disposta l'autorizzazione di spesa, per il 2010, per la prosecuzione delle attività e delle misure di stabilizzazione previste dal Fondo unico per il precariato. Soddisfatto il segretario regionale della Fp-Cgil, Michele Palazzotto: "Si tratta sicuramente di una buona notizia, speriamo adesso che dopo la stabilizzazione dei duemila precari si possano stabilizzare tutti gli altri".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati