Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Biodiversità e inclusione sociale, in Sicilia nascono due frutteti solidali

Biodiversità e inclusione sociale, in Sicilia nascono due frutteti solidali

Nell'ottica della promozione della biodiversità e dell'inclusione sociale, in Sicilia nascono due frutteti solidali, uno a Modica e uno a Catania, con 120 nuove piante di limoni, fichi e melograni, capaci di assorbire 60 tonnellate di CO2. I frutteti sono stati realizzati da P&G Italia e new FDM, con il supporto operativo di AzzeroCO2, nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”.

Un frutteto si trova a Modica ed è curato dalla Coop. Sociale A. Portogallo, l'altro a Catania, presso l’Azienda Agricola Ciuri del consorzio “Le Galline Felici”. Entrambi con lo stesso obiettivo: dare vita a progetti capaci di coniugare attenzione per l'ambiente, tutela della biodiversità e inclusione sociale, restituendo nuovo valore al territorio e ai suoi cittadini.

Operare in modo responsabile e secondo princìpi etici, sostenendo buone cause per costruire un futuro sostenibile e inclusivo. Sono questi i binari su cui si muove l’operato di Procter & Gamble che in tutto il Paese sta realizzando progetti concreti di responsabilità sociale e sostenibilità ambientale nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa "P&G per l'Italia”.

Un impegno ad ampio raggio che ha raggiunto anche le campagne siciliane con il Frutteto Solidale di Modica, realizzato da P&G Italia e New FDM con il supporto operativo di AzzeroCO2, Società di Servizi Energetici e Ambientali partecipata da Legambiente e Kyoto Club, presso la Fattoria Sociale e Didattica “Don Tonino Bello” (in Contrada Minciucci), gestita dalla Cooperativa Sociale A. Portogallo, che si occupa di offrire supporto alle persone svantaggiate o con disabilità attraverso attività formative, ricreative e occupazionali. Saranno proprio loro a curare il nuovo frutteto che si sviluppa su un’area di oltre 500 mq dove sono stati piantumati dieci alberi di limoni pronto effetto e 50 piantine di melograni e fichi, che, oltre a produrre frutti, nell’arco della loro vita contribuiranno anche ad assorbire 30 tonnellate di CO2. Un polmone verde in cui coltivare attenzione per l’ambiente, per le persone e per il territorio, a cui si affianca un secondo Frutteto Solidale, con altre 60 piante, a Catania, presso l’Azienda Agricola Ciuri del Consorzio “Le Galline Felici”, che da sempre mette al centro del suo operato il rispetto per la natura e per le persone.

A scegliere i siti in cui sorgono questi giardini di sostenibilità ambientale e sociale sono stati gli stessi italiani, partecipando alla campagna “Porta il verde nella tua regione”, con cui P&G Italia, in collaborazione con AzzeroCO2, si è impegnata a piantare un albero per ogni prodotto Herbal Essences - il marchio di P&G per la cura dei capelli, che da sempre si impegna per preservare e far conoscere la diversità delle piante tutelandone la loro essenza - acquistato nelle insegne partner.

Ad oggi, con questa campagna, oltre ai Frutteti Solidali in Sicilia, sono già stati realizzati altri due progetti di riforestazione e rigenerazione urbana: uno a Reggio Emilia e uno a Santa Marinella, comune della città metropolitana di Roma sul litorale tirrenico.

«Con “P&G per l’Italia” ci stiamo impegnando per operare cambiamenti positivi e lasciare un segno tangibile nelle comunità, attraverso una serie di progetti concreti di responsabilità sociale e sostenibilità ambientale. Siamo orgogliosi dei Frutteti Solidali in Sicilia perché riescono a coniugare entrambi gli aspetti: attenzione per l’ambiente e inclusione lavorativa, restituendo nuovo valore per tutto il territorio e per i suoi cittadini. Ringraziamo la Coop. Sociale A. Portogallo e il Consorzio “Le Galline Felici” per il loro meraviglioso operato, AzzeroCO2, con cui da tempo lavoriamo per costruire un futuro più verde per le prossime generazioni, e le insegne partner che hanno voluto affiancarci in questa iniziativa» ha dichiarato Riccardo Calvi, Direttore Comunicazione di P&G Italia. «L’impegno di P&G a rendere prodotti e processi circolari e meno impattanti è solo un primo passo verso la sostenibilità: siamo convinti che sia necessario andare oltre, stringendo legami reali sui territori in cui operiamo con l’obiettivo di coinvolgere direttamente e aiutare la comunità nella creazione di benessere collettivo. Per questo spero che altre aziende seguano il nostro esempio, per attivare un circolo virtuoso di sostenibilità ambientale e sociale nei propri territori».

«Siamo molto soddisfatti di aver contribuito alla nascita di un progetto dall’elevato valore ambientale e sociale come questo. Da anni ci impegniamo costantemente nella creazione di progetti che coinvolgano il territorio, le aziende e i cittadini. La collaborazione con P&G rappresenta benissimo questi nostri principi. Si tratta di un esperimento inedito, che per la prima volta ci permette di mettere in relazione due parole a noi carissime: biodiversità e solidarietà. Per questo spero che la strada aperta da P&G, che è stata capace di individuare sin da subito il grande potenziale di un intervento di questo tipo, potrà essere da ora in poi battuta da nuove aziende interessate a riqualificare le campagne e restituirle ai cittadini» ha dichiarato Sandro Scollato, AD di AzzeroCO2.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X