Sabato, 06 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società "Restate a casa", l'appello degli ex pazienti di oncoematologia pediatrica contro il coronavirus

"Restate a casa", l'appello degli ex pazienti di oncoematologia pediatrica contro il coronavirus

Rimanere a casa così da proteggere tutti, anche i pazienti oncoematologici. È l'appello di cinque ex ragazzi che hanno vissuto storie cariche di dolore ma che oggi sorridono di nuovo e tutti insieme chiedono agli italiani: #restateacasa.

Tra loro anche cinque ragazzi siciliani hanno aderito all’appello di Fiagop, Federazione Italiana Associazioni di Oncoematologia pediatrica, per proteggere i più deboli, gli immunodepressi, a causa delle terapie alle quali sono stati sottoposti dopo le cure oncologiche.

I giovani siciliani hanno tra i 20 e i 39 anni, abitano a Palermo, (uno di loro vive a Bruxelles per lavoro). Si chiamano Alessandro Bruno, Rosalia Guarino, Loredana Uccello, Martina Cannonito, e Manuel Ruben Paolino. Insieme agli altri 14 ex pazienti di tutta Italia, sono i protagonisti di un videoappello pubblicato sulla pagina Facebook della Fiagop.

Gli ex pazienti oncologici conoscono quanto sia difficile non poter uscire da casa: tutti sono stati costretti, da bambini o adolescenti, a vivere lunghi periodi senza poter avere contatti con nessuno per via delle difese immunitarie basse.

Da qui la decisione di lanciare un appello al senso di responsabilità di tutti per contenere l’avanzata del coronavirus, difendendo al contempo donne, uomini e bambini più fragili.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X