Domenica, 26 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Ospite della D'Urso, Tony Colombo si difende dalle accuse: "Non sono vicino alla camorra"

Ospite della D'Urso, Tony Colombo si difende dalle accuse: "Non sono vicino alla camorra"

Tony Colombo a Live - Non è la D'Urso si difende dalle accuse lanciate dall'inchiesta di Fanpage.it, Camorra Entertainment, e dice: "Non sono vicino alla camorra".

Insieme a lui nel salotto di Barbara D'Urso, in diretta su Canale 5, la moglie Tina Rispoli. Colombo ha parlato anche del suo rapporto con Nicola Inquieto, condannato a 16 anni di reclusione:

"Quando l'ho conosciuto - ha detto - non potevo sapere sarebbe stato arrestato un anno dopo, non chiedo il documento a quelli che incontro”.

L'inchiesta di Fanpage era partita da un quesito: da dove arrivano i soldi di Tina Rispoli?

Da lì, il sospetto che Tony Colombo avesse potuto sfruttare delle amicizie nel mondo della camorra per fare carriera.

Colombo e la Rispoli hanno risposto anche alle accuse lanciate dai personaggi delle cinque sfere. Tra questi Alessandra Mussolini, Giampiero Mughini, Simona Izzo, Veronica Maya e Riccardo Signoretti.

Riferendosi a Fanpage, Colombo ha tuonato: "Non possono pubblicare certe cose, ho depositato le querele, hanno una diffida. Stiamo spegnendo la tv e abbiamo tolto il cellulare a mio figlio per paura che veda una cosa del genere e si faccia un’idea sbagliata del padre”.

E ancora: “Non appartengo alla camorra, e mi sembra assurdo dovermi difendere da qualcosa che non ho fatto. Non ho mai avuto che fare con questa gente, - ha detto Colombo - con nessun tipo di associazione camorristica. Quello che ho fatto, lo faccio con le mie forze".

“Sono a favore della musica neomelodica tutta la vita - ha detto Alessandra Mussolini, difendendo Colombo - La camorra è ovunque, non nel neomelodico".

Riccardo Signoretti invece ha puntato il dito contro Colombo, dicendo: "Sono state tirate fuori delle amicizie scomode. È facile dire che non sai dove vai a cantare", ha detto.

"Non posso essere responsabile di ciò che fanno gli altri - ha replicato Colombo -. Ho a che fare con tantissime persone per il lavoro che faccio, faccio centinaia di fotografie ogni giorno. Siamo personaggi pubblici, non possiamo chiedere un documento della questura a tutti quelli che incontriamo. Che cosa ho fatto di sbagliato?".

Anche Tina Rispoli si è difesa dalle accuse, parlando del suo passato matrimonio con Gaetano Marino, morto ucciso con 11 colpi di pistola.

Gaetano Marino era il fratello di Gennaro Marino, capo dell'ala militare degli Scissionisti di Secondigliano, oggi detenuto al 41bis.

"Perché devo portare questa croce? - ha chiesto la Rispoli -. Perché 25 anni fa mi sono innamorata di un uomo dal quale ho avuto tre meravigliosi figli? Non sapevo quello che faceva. Dicono che mio marito era un camorrista ma lo dicono loro".

"Lei sta in un ambiente che per sua natura è un ambiente difficile. Come fa a dire di esserne stata completamente ignara?”, ha chiesto Giampiero Mughini.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X