Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Gi.Bi Auto e Ford, una partnership lunga 35 anni

Una partnership lunga 35 anni, un matrimonio quello tra Gi.Bi Auto Palermo e Ford che è l'emblema della professionalità tutta siciliana che conquista una multinazionale dell'auto con impegno, sacrificio, volontà, con un gioco di squadra vincente.

Una partnership lunga 35 anni, un matrimonio quello tra Gi.Bi Auto Palermo e Ford che è l'emblema della professionalità tutta siciliana che conquista una multinazionale dell'auto con impegno, sacrificio, volontà, con un gioco di squadra vincente. Dal 1983, quando Gi.Bi. Auto diventò semplice concessionario a Termini Imerese di tempo ne è passato, un successo consolidato dai rapporti con la clientela fedele e conquistata dalla passione di Giancarlo Bisconti, il fondatore insieme al cugino Maurizio Bisconti di Gi.Bi Auto, e della sua famiglia con i figli Barbara, attuale amministratore unico, e Roberto responsabile del brand Peugeot che ormai con sicurezza consolidata sono da anni il "cuore" dell'azienda. Tanti i passaggi cruciali in questa splendida storia. Uno è emblematico Gi.Bi. Auto agli inizi passa da 250 macchine vendute in un anno a oltre tremila. Così dal 2002 Ford affida definitivamente il suo marchio per Palermo e provincia a Gi.Bi. Auto che diviene quindi il punto di riferimento della casa dall’ovale blu nel territorio, un Ford Store, un riconoscimento che in Italia hanno appena 36 imprenditori. Nel corso degli anni successivi Gi.Bi. Auto intensifica gli investimenti dando il benvenuto ai marchi Renault, Dacia e Peugeot.
Nel 2011 Gi.Bi. Auto acquista l’attuale sede di via Partanna Mondello 52, con oltre 27.000 mq di cui 10.000 al coperto, dove accoglie gli showroom, le officine e la carrozzeria dei quattro marchi.
Oltre alla vendita del nuovo, un vasto parco accoglie oltre 300 vetture usate di tutti i marchi. L’azienda ha inoltre altri due punti vendita, Renault e Dacia, in Corso Calatafimi 1039/A a Palermo e Ford e Peugeot in via Città di Palermo 165 a Bagheria. L’azienda è divenuta un vero e proprio simbolo della buona imprenditoria che nonostante gli alti e bassi della situazione socio-economica nazionale, ha saputo resistere e migliorarsi grazie alla lungimiranza dei suoi fondatori e ad un team composto da professionisti, diventando così leader del settore automobilistico nel capoluogo siciliano e non.

Chi meglio di Giancarlo Bisconti può raccontarci questa splendida cavalcata?
«Ricordo i tempi di Termini Imerese, erano gli inizi. Abbiamo provato con coraggio a iniziare una nuova avventura imprenditoriale. Erano altri tempi. Abbiamo affrontato una sfida dopo l'altra con determinazione con l'obiettivo di assicurare sempre il massimo alla clientela. Abbiamo messo sul campo tutte le nostre qualità: la conoscenza profonda del mercato, una sempre più forte solidità economica, la fiducia dei consumatori che ci hanno ripetutamente premiato consentendo in pochi anni di passare da 250 auto vendute all'anno, agli albori della nostra avventura, fino a punte di 3500 vetture. Dico a tutti grazie per questo continuo consenso. Oggi possiamo vantarci di avere l’esclusiva Mustang, Vignale, Edge. E di essere specialisti nei veicoli commerciali Ford. Un doppio, grande riconoscimento».

Come avete conquistato la fedeltà dei clienti?
«Oggi dopo l'acquisto della casa, l'acquisto dell'auto è quello più importante per le famiglie. Noi diamo certezze come la consegna con precisione dell'auto ai proprietari, una trasparenza totale in tutte le tappe dall'arrivo nei nostri showroom sino alla vendita e al finanziamento, la correttezza e il rispetto dei tempi, la consegna immediata, il rispetto della garanzia, una competenza specifica grazie all'alta professionalità dello staff che segue il cliente in ogni aspetto con la massima discrezione. Senza dimenticare la cerimonia di consegna della vettura che per noi è un momento significativo. Come per chi acquista».

Il mercato dell’auto è sempre più legato alla tecnologia e al design. Come interpretate questa esigenza del consumatore?
«Il cliente spesso, mi permetta la battuta, ne sa molto più di noi. Si presenta preparatissimo. Alla prima visita prende informazioni dettagliate, alla seconda viene deciso per concludere l'acquisto. È conquistato dalla tecnologia e dal design, oltre naturalmente da un prezzo competitivo. In questo senso noi offriamo un ottimo rapporto tra prezzo e qualità».

Parliamo di Ford, dei suoi modelli tra passato, presente e futuro...
«La Fiesta fin dal suo debutto è un modello di punta. Un intramontabile evergreen grazie a un costante restyling ed un'altissima qualità. È amatissima dalle famiglie. Come amatissima dai single è la Ka che, presto, si presenterà con una versione rinnovata in stile piccolo Suv... Ma non voglio togliere l'emozione di vederla e provarla per chi vorrà visitare i nostri showroom. Poi ci sono la Ecosport, la Kuga... Parliamo di successi mondiali».

Il mercato delle auto aziendali e dell'usato. Sono punti di riferimento importanti?
«Rappresentano punti nevralgici nella vendita per ogni concessionaria. Circa il cinquanta per cento degli acquirenti ha un'auto da permutare e noi proponiamo valutazioni molto interessanti per venire incontro alle esigenze di chi vuole cambiare vettura. Faccio anche una considerazione: il mercato dell'usato siciliano presenta vetture, magari vecchie di immatricolazione, ma che hanno in genere poche migliaia di chilometri percorsi. Rappresentano quindi un ottimo affare. Le vetture chilometro zero e aziendali, invece, rappresentano vere e proprie opportunità da cogliere al volo per chi vuole avere una soglia di risparmio che può arrivare anche fino al dieci per cento rispetto al prezzo del nuovo».

Infine, una considerazione: Gi.Bi. Auto è un'azienda di famiglia in tutti i sensi...
«Sì. È vero. Da un canto ascoltiamo le esigenze delle famiglie che ci scelgono per l'acquisto dell'auto. Ne capiamo le esigenze, le necessità e le aspettative. Dall'altro, la nostra esperienza si tramanda di generazione in generazione. Con mio cugino Maurizio Bisconti abbiamo fondato l’azienda. I miei figli Barbara e Roberto danno continuità al mio modo di vivere e interpretare questa splendida cavalcata con lo spirito di una volta, un'esperienza ventennale ma con lo sguardo proiettato al futuro».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X