Sabato, 04 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Tracciabilità dei vini Doc Sicilia, da gennaio sul mercato con un contrassegno

Tracciabilità dei vini Doc Sicilia, da gennaio sul mercato con un contrassegno

Dal primo gennaio 2022 i vini siciliani Doc inseriti sul mercato saranno dotati di una fascetta che ne garantirà la tracciabilità e l'origine controllata.

Già obbligatorie per i vini Docg, le fascette verranno adottate anche dagli imprenditori del consorzio Doc nonostante non ci sia una imposizione formale. Dotate di un'identificazione di serie alfanumerica e di un numero progressivo, identificheranno ogni singola bottiglia immessa al consumo. Finora la tracciabilità era legata al solo lotto di produzione.

La gestione dei contrassegni è affidata all'Irva, l'istituto regionale del vino e dell'olio, organismo di controllo e certificazione della Doc in Sicilia. La stampa, invece, sarà curata dall'istituto poligrafico della zecca di Stato, che utilizzerà specifiche tecniche di sicurezza anticontraffazione tra cui l'utilizzo di carta in filigrana e inchiostri fluorescenti.

"Quando ci insediammo - dichiara l'assessore regionale all'agricoltura, Toni Scilla - la certificazione stava uscendo fuori dalla Sicilia. Il vino è siciliano e si certifica in Sicilia, lo facciamo quindi con l'istituto regionale Irva".

Un passaggio importante per l'economia dell'Isola, che vanta d'avere il più grande vigneto d'Italia. "Ben 98 mila ettari - afferma il presidente del Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia, Antonio Rallo - 3 volte più grande della Nuova Zelanda. È un giorno importante per la denominazione che rappresentiamo".

"È una garanzia maggiore di qualità per il prodotto immesso sul mercato - afferma il direttore dell'Irva, Gaetano Aprile, e spiega: - La certificazione avviene attraverso il prelievo di lotti di vino che vanno analizzati da laboratori accreditati. Superata questa fase c'è l'esame organolettico con la commissione di degustazione. In questo momento abbiamo 5 commissioni di degustazione, ma vogliamo aprirne una sesta. I tempi medi in questo momento sono di 9,9 giorni lavorativi".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X