Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Ospedali al collasso in Sicilia, Cimo: "Programmazione assente, ritardo da recuperare"

Ospedali al collasso in Sicilia, Cimo: "Programmazione assente, ritardo da recuperare"

Emergenza su emergenza. A lanciare l’allarme sulla situazione degli ospedali in Sicilia e a Palermo, è Angelo Collodoro, sindacalista Cimo: “Al momento tanti ospedali sono in sofferenza – dice Collodoro – ovviamente un aumento dei contagi potrebbe ulteriormente appesantire la situazione di tanti nosocomi. Quello che manca sono le strutture intermedie, ovvero quei posti dove collocare i pazienti positivi ma che non hanno particolare bisogno di essere ospedalizzati. Bisognava programmare tutto prima ma invece non è stato fatto”.

All'ospedale Civico questa mattina erano una trentina le persone in attesa di essere controllate dai sanitari. "Al pronto soccorso dell'ospedale Arnas Civico di Palermo contiamo di riportare la situazione alla normalità entro stasera, dopo la forte pressione dei giorni scorsi",ha detto Renato Costa, coordinatore dell'emergenza Covid a Palermo.

Ormai da oltre tre giorni il pronto soccorso dell'azienda ospedaliera più importante del Mezzogiorno, dopo il 'Cardarelli' di Napoli, è aperto solo a pazienti Covid positivi. "La situazione sta tornando alla normalità, continuiamo a fare ricoveri a Partinico e per Palermo e le altre città siciliane stiamo valutando con l'assessore un ampio screening della popolazione come si sta sperimentando nelle piccole isole", aggiunge Costa.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X