Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Cinema all'aperto allo Spasimo di Palermo - Video

Cinema all'aperto allo Spasimo di Palermo - Video

Il trailer del film “Fino a qui tutto bene”, commedia di Roan Johnson

PALERMO
Da sentire
Continua il festival jazz a Carini: oggi alle 14 l’Open jazz workshop diretto da Giuseppe Mirabella che alle 18,30 condurrà anche il jazz lab. Alle 20 si aprono i concerti: primi a salire sul palco, Salvatore De Vecchi al tenor sax e Antonio Perrone alla chitarra elettrica; alle 22 ecco la vocalist Giorgia Meli accompagnata da Sergio Laviola alla chitarra elettrica; alle 22,45 “Light Frames”, concerto con il sassofonista Claudio Giambruno pronto ad interagire con il bassista Sergio Munafò, Roberto Brusca ai keyboards e Giuseppe Urso alla batteria. Si chiude alle 23,45 con il Fabio Nicosia trio & jam session formato dal pianista Fabio Nicosia, Francesco Rabboni al basso e Angelo Lamantia alla batteria. Ingresso libero.
-
Da stasera a domenica, "Vicari in Jazz", tre giorni dedicati alla musica jazz, ospiti d'eccezione il trombettista Daniele Raimondi e il sassofonista Stefano Di Battista che si esibiranno domenica in piazza Paolo Borsellino, alle 21,30, accompagnati da Andrea Beneventano al pianoforte, Carmelo Venuto al contrabbasso e Giuseppe Trincali alla batteria. La manifestazione patrocinata dal "Gal metropoli est" in collaborazione con il comune di Vicari, si aprirà stasera alle 21 a palazzo Pecoraro – Maggi, con il Sicilian Jazz Blend (Roberta Pecoraro, voce; Salvatore Volpe, basso; Vincenzo Lo Cacciato, sax; Ferdinando Sclafani e Domenico Pecoraro, chitarre; Ruggero Sclafani, batteria. A cura di Daniele Raimondi. Ingresso libero.
-
L'orchestra di fiati madonita “Youth Concert Band" e l'Accademia Musicale Stupor Mundi della Moger Arte e Cultura stanno organizzando un master di euphonium con Steven Mead e Luciano De Luca a Gratteri. In questo ambito, stasera alle 21,30 in piazza S. Francesco concerto di un quintetto di ottoni e a seguire ensemble di clarinetti con la partecipazione di Enzo Giuffrida e Giuseppe Saggio (banda della Polizia di Stato), Antonio Piemonte (orchestra del teatro Bellini di Catania) e Salvatore Passalacqua (Orchestra sinfonica nazionale della Rai). Ingresso libero.
-
Il palcoscenico della settecentesca Villa Sant'Isidoro, a Bagheria, ospita le note e le suggestioni dello Stefano Basile jazz quartet. Un raffinato gruppo che attinge dal repertorio classico del jazz, formato da Gianfranco Ficano alla batteria, Andrea Palumbo al piano, Anna Maria Giannola al contrabbasso, Stefano Basile al sassofono. Il gruppo ha partecipato a rassegne importanti, dal Castelbuono jazz festival al "Una mano per Di Matteo", "Sul mare luccica..." a Cefalù, "Valderice. In futuro, un disco che raccolga, oltre alle interpretazioni di brani classici riarrangiati, anche inediti. 13 euro. Info: 370.1258888
-
Da oggi a domenica Castelbuono ospita un festival di musica classica: concerti pomeridiani ad ingresso gratuito dedicati a giovani musicisti siciliani come Valentina Casesa e Giulia Tagliavia al pianoforte; il Firs Space Brass Quintet ed il duo di violoncelli Pianelli-Biscari. Tutti i concerti serali si svolgeranno alle 21,30 presso Piazza Castello e prevedono un ticket di 5 euro. Stasera si esibirà la pianista Gilda Buttà. Musiche di Martucci, Chopin, Liszt, Morricone, Piazzolla, Jelly Roll Morton, Nyman, Rachmaninov, Casesa e Tagliavia.

Appuntamenti
Si svolge ad Ustica da stasera a domenica, la prima edizione del SWF (Sicily web series fest), organizzato dalla Cinnamon productione e diretto dal giovane regista usticese Riccardo Cannella. Il SWF si preannuncia come un vero e proprio evento culturale che intende coinvolgere tutti gli appassionati del genere e permette ai giovani talenti di far conoscere la loro opera. Partecipano 63 produzioni provenienti da tutto il mondo, Giappone, Colombia, USA e partnership internazionali come il Miami web fest, il web fest Berlin, il Bilbao Web Fest. Le serie - 34 le italiane - si contenderanno i 31 premi che vanno da miglior film, miglior sceneggiatura, miglior fotografia, miglior idea etc. La premiazione domenica sera al “Faraglione”.
-
Incontro su “Mide in Sicily: inventori, autori e creativi si raccontano” dell’associazione MIDE, domani alle 18,30 al Cambio Rotta di Altavilla Milicia (contrada Due Torri). I rappresentanti di alcune realtà siciliane che si occupano di innovazione racconteranno esperienze, difficoltà e la chiave del loro successo. Paideia organizza domani e domenica il convegno di filosofia “Realizzare un’oasi” al centro servizi in contrada Rinella a Valledolmo. Dopo i saluti del sindaco e del presidente di Paideia, relazioni di Salvatore Nicosia, Giuseppe Girgenti, Federico Croci, Piera Vallone, Michele Consiglio, Mariella Di Baudo.
-
Laboratori gratuiti per imparare l’inglese, giochi di abilità, caccia al tesoro, esibizioni di magia e attività sportive… Il trillo della campanella si avvicina, ma c’è ancora tempo per giocare prima di ripresentarsi a scuola. Al centro commerciale Conca D’Oro di via Lanza di Scalea ci si prepara a tornare tra i banchi di classe divertendosi. Da venerdì 28 agosto a sabato 5 settembre un calendario fitto di appuntamenti gratuiti prenderà forma grazie ad attività ludiche e ricreative. Nove i pomeriggi dedicati ai più piccoli a partire dalle ore 16. In campo anche momenti di approfondimento su importanti tematiche di prevenzione. Grazie alla partecipazione della Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Palermo, si potranno apprendere i principi base su: educazione alimentare, sicurezza stradale, educazione sessuale e malattie sessualmente trasmissibili, manovre pediatriche e sonno sicuro. Interverrà anche il dottore Giuseppe Amella, pediatra neonatologo dell'ospedale Civico.

Schermi
Per il ciclo “ESCO (allo scoperto)” a cura di Andrea Inzerillo, stasera alle 21,30 allo Spasimo si proietta “L’opera dei pupi” documentario girato da Frederic Maeder nel 1948, restaurato nel 2005 dalla Cineteca di Bologna. Poi “Fino a qui tutto bene”, commedia di Roan Johnson che racconta l'ultimo weekend di cinque ragazzi che hanno studiato e vissuto nella stessa casa, dove si sono consumati sughi scaduti e paste col nulla, lunghi scazzi e brevi amplessi, nottate sui libri e feste all'alba, invidie, gioie, spumanti, amori e dolori. Ma adesso è tutto finito e si diventa grandi. Ingresso libero.

A teatro
Stasera alle 21,30 nell’isola pedonale dell’Agricantus (via XX settembre) dove resterà fino al 13 settembre, va in scena “Ci vuole il vento in chiesa” di Ernesto Maria Ponte e Salvo Rinaudo, musiche di Tony Greco. Un uomo pur di non fare naufragare il proprio matrimonio farebbe di tutto, ma a tutto c’è un limite e non bisogna esagerare. Un’analisi comica della coppia moderna che cerca di rispondere alle domande: cosa porta alla separazione? Riusciranno i due a ritrovare un’armonia civile dopo la fine del rapporto? Un uomo abbandonato riuscirà a ricostruire la propria vita? Biglietti: 15/13 euro.
-
Stasera alle 21 nell'abbazia Basiliana di Mezzojuso, Chiara Guidi, co-fondatrice della Socìetas Raffaello Sanzio dà voce a “Flatlandia”, racconto fantastico di Edwin Abbott Abbott, pubblicato anonimamente nel 1882 come satira del mondo vittoriano. Nell’universo immaginario di Flatlandia esistono solo due dimensioni, la popolazione è composta da figure geometriche che abitano un piano. Le donne sono linee e gli uomini triangoli, i preti sembrano dei cerchi, il narratore un quadrato. La voce di Chiara Guidi conduce in questo mondo fantastico, fatto di regole rigide, fin quando non arriva l'alieno sfera, da “Spacelandia” a innescare, in questo mondo piatto, l'ardire tridimensionale, la curiosità, lo studio e la scoperta. Si conclude così il Rural Emotion Fest, ideato dal G.A.L Metropoli Est.
-
Stasera alle 21,30 da Le Candele, l'ultimo lavoro teatrale di Salvatore Mancuso e Salvatore La Mantia in arte Toti & Totino, intitolato "Eccoci qua". Lo stile teatrale e cabarettistico dei due attori ripercorre quello classico della coppia “spalla - comico” all’interno del quale riversano la genialità delle trovate miste ad una interscambiabilità dei ruoli che mette in risalto prima l’uno e poi l’altro. Tempi comici notevoli e capacità di improvvisazione miscelati ad innumerevoli gag e sketch esilaranti per una piéce comica in cui Toti&Totino recitano accompagnati da un musicista.
-
Stasera alle 21.00 in piazza Vittorio Emanuele a Piana degli Albanesi, nell’ambito delle manifestazioni organizzate in onore della Madonna dell’Odigitria patrona del Comune, saranno di scena Sergio Vespertino e Pierpaolo Petta alla fisarmonica, con il loro (applauditissimo) ultimo spettacolo dal titolo “Strafelicissima Palermo”. Il lavoro, in scena per mesi all’Agricantus, ha già avuto innumerevoli repliche in tutta la Sicilia e farà rivivere molte delle usanze e delle abitudini (buone e cattive) comuni a tutti i palermitani. Ingresso libero.

Da vedere
Da oggi a domenica, a Ciminna, il Rural Day, costola del progetto “Dalle valli al mare” del Gal Metropoli Est. Alle 18,30 in piazza Umberto I, catalogo "In Sicilia” il G.A.L Metropoli Est, viaggio in un territorio da amare; mostre fotografiche tra le quali una celebra il 300° anniversario dalla morte di Paolo Amato, l'architetto del carro della Santuzza; nella chiesa di San Giacomo, mostra su Michele Cassata che ricama i paramenti sacri per il Vaticano e ha decorato lo scranno di Benedetto XVI durante la visita nel 2010; al polo museale, foto "Ciminna: il set del Gattopardo". Alle 21 in piazza San Giovanni, Cuddiruni Festival e "Show Cud” show cooking di Gaetano Basile. Domani la sand artist Stefania Bruno racconterà la storia di San Vito.
-
Alla sala espositiva del Margaret Cafè di Terrasini in via Madonia 93, si può visitare la mostra di pittura intitolata "Metamorfosi" di Evelin Costa e Pino Manzella. Una serie di quadri che secondo diverse sfaccettature rappresentano la metamorfosi, simbolo della trasformazione e della complessità del reale. Diverse interpretazioni del tema a partire dal mito, dalla letteratura e da una osservazione critica della realtà. Ironia, fantasia, sogno, stupore come strumenti per affrontare e decodificare l’esistente. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 10 settembre.
-
Alla civica galleria d'arte moderna di Monreale, una mostra di libri d'artista, “Dialogus Creaturarum Moralisatus” in formato leporello (un'unica striscia di carta piegata a fisarmonica), a cura di Antonina Greco. In mostra le opere di Giuseppe Agnello, Mariano Brusca, Gai Candido, Franco Castiglione, Liliana Conti Cammarata, Nicolò D’Alessandro, Rosetta D’Alessandro, Isabella Ducrot, Antonio Freiles, Laura Giambarresi, Nella Giambarresi, Carla Horat, Giuseppe La Bruna, Michele Lambo, Carlo Lauricella, Rossella Leone, Giovanni Leto, Gaetano Lo Manto, Carmelo Marchese, Elmo Napoli, Gina Nicolosi, Arianna Oddo, Enzo Patti, Marilena Pecoraro, Lorenzo Reina, Salvatore Rizzuti, Salvatore Salamone, Paolo Sardina, Franco Spena, Enzo Venezia, Vincenzo Ventimiglia. Fino al 5 settembre, dal lunedì al sabato 9/13 e 15/18.
-
Alla galleria Francesco Pantaleone Arte contemporanea, la mostra “Le declinazioni della pittura”, collettiva a cura di Arianna Rosica, che racchiude opere di Stefano Arienti, Marco Bongiorni, Giuseppe Buzzotta, Paolo Canevari, Stefania Galegati Shines, John Kleckner, Angelo Mosca, Seb Patane, Jo Robertson, Angelo Sarleti, Michele Tocca e Vedovamazzei. Un incontro/confronto tra artisti di diverse generazioni pronti a presentare diverse modalità di declinare la pittura oggi. Una pittura che, mantenendo un’armonia sottesa misteriosamente nascosta, si fa installazione, gesto, azioni e processi. Fino al 15 settembre, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 19, sabato fino alle 18.
-
Fino Al 30 settembre all’Orto Botanico di via Lincoln sarà possibile visitare il Museo delle Palme. Il progetto è di A progect space. L’obiettivo è quello di rivitalizzare una collezione dell’Orto risalente agli anni 90 quando alcuni maestri italiani della pittura furono ispirati proprio dalle palme.
-
E’ stata prorogata fino al 27 settembre a palazzo Abatellis di via Alloro ci sarà la mostra “Bozzetti e modelli del 700 e del primo 800 dalle collezioni di palazzo Abatellis”, a cura di Gioacchino Barbera e Evelina de Castro. L’allestimento si potrà visitare dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19 e sabato e domenica fino alle 13,30.
-
Fino al 7 settembre la Galleria d’arte moderna (piazza Sant’Anna) ospita la doppia mostra “Immaginari di uno stare” a firma Gianni Pettena e Marc William Zanghi. Un originale dialogo tra la pittura di Marc William Zanghi, uno tra i più importanti rappresentanti della giovane arte siciliana, la cui figurazione s’inserisce sul sentiero tracciato dai protagonisti della Scuola di Palermo, e gli interventi architettonici di Gianni Pettenatra gli esponenti più accreditati dell’architettura radicale, sorta a Firenze alla fine degli anni ‘60. L’esposizione, a cura di Lorenzo Bruni, presenterà trenta dipinti e sculture di Marc William Zanghi collocati negli spazi della galleria, appositamente modificati da tre interventi di Gianni Pettena. Martedì- domenica dalle 9,30 alle 18,30, biglietti: 6/4 euro.
-
Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 30 settembre. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).

MESSINA
Da vedere
Fino al 30 settembre Lipari ospita la mostra “Eolie 1950-2015. Mare Motus” allestita nella ex Chiesa S. Caterina. A cura di Lea Mattarella e Lorenzo Zichichi, l’esposizione è l’ultimo step di un grande progetto comunitario biennale - Mareolie - concepito dall’architetto Michele Benfari (già direttore del Museo archeologico) e dall’archeologa Maria Clara Martinelli per valorizzare in chiave contemporanea l’area fortificata del Castello, già sede del prestigioso Museo Bernabò Brea. Ingresso gratuito. Orari 10-19: aperto tutti i giorni.

RAGUSA
Da vedere
È il Guccione più intimo e familiare, quello di “Piero Guccione. Amori” in mostra a Scicli (Rg) negli spazi del movimento “Vitaliano Brancati” dal 9 agostoe fino all’8 settembre (in Via Mormino Penna, ingresso gratuito). Un’esposizione curata dallo storico dell’arte Paolo Nifosì e dedicata ai pastelli meno conosciuti o addirittura inediti di Piero Guccione, doni del grande maestro alla sua compagna, Sonia Alvarez, o agli amici più cari e fraterni in occasione di compleanni e anniversari. Sessanta opere dal soggetto delicatissimo e di piccolo formato - come brevi poesie - che per un mese intero escono dagli spazi privati, le case degli “amici di Piero”, per essere condivise con il grande pubblico di appassionati, desiderosi di ammirare l’arte del maestro. Dopo Modica, anche Scicli, città natale di Guccione, vuole rendere omaggio ai suoi 80 anni con questa mostra organizzata dal Movimento “Vitaliano Brancati” e dall’Amministrazione comunale grazie alla collaborazione di numerosi sponsor. “Piero Guccione. Amori” sarà visitabile a Scicli fino all’8 settembre tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 24. Ingresso gratuito. Orari: tutti i giorni 10-13 e 16.30-24.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X