Lunedì, 23 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, ex Pip sul piede di guerra: sit-in in piazza Indipendenza

Palermo, ex Pip sul piede di guerra: sit-in in piazza Indipendenza

PALERMO. “Ormai da troppo tempo aspettiamo la convocazione promessa dal presidente Crocetta per potere finalmente avviare un ragionamento finalizzato al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla legge regionale sulla definitiva stabilizzazione del bacino degli ex Pip di Palermo”. Lo afferma Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia, durante il sit-in a Palermo al sit-in di protesta a piazza Indipendenza partito oggi alle 9.30 e organizzato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. 

“Chiederemo al presidente la costituzione di una commissione tecnica - prosegue Flauto - che in tempi certi possa trovare soluzioni per affrontare in tempi rapidi anche le altre questioni come il mancato riconoscimento dei permessi retribuiti e della maternità, ovvero di tutti quegli istituti tipici di un rapporto di lavoro subordinato. E' inaccettabile che a questi lavoratori non vengano riconosciuti gli stessi diritti di chi svolge dentro agli enti ove sono collocati le stesse mansioni. Bisogna sfatare il pregiudizio nei confronti di questo bacino - prosegue la Uiltucs - da parte di chi fino ad oggi ha ostacolato il percorso previsto dalla legge e di chi ha tutto l'interesse a mantenere in condizioni precarie. Agli oltre 2.500 lavoratori viene riconosciuto il sussidio solo se prestano l'attività presso gli enti ove sono impiegati e dove sono diventati indispensabili in quanto in loro assenza nessuno è in grado di svolgere la medesima attività. Dunque è giusto e doveroso che a questi lavoratori venga riconosciuto lo status al quale hanno diritto ovvero quello di lavoratori dipendenti".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X