Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Viaggi

Home Viaggi Mostre: 'Oltre il ghetto' al Museo dell'Ebraismo di Ferrara

Mostre: 'Oltre il ghetto' al Museo dell'Ebraismo di Ferrara

Viaggi
© ANSA

(ANSA) - FERRARA, 09 OTT - Si apre venerdì 29 ottobre al Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo capitolo che il Meis ha concepito per dare vita al suo percorso: l'esposizione 'Oltre il ghetto. Dentro&Fuori'. La mostra - curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel - ripercorre fino al 15 maggio 2022 la storia degli ebrei italiani nel periodo che va dal confinamento all'interno dei ghetti (con l'istituzione del primo, a Venezia, nel 1516) all'inizio del Novecento.
    L'esposizione, che presenta i momenti cruciali della storia moderna visti dalla prospettiva dell'esperienza ebraica, è costruita e raccontata attraverso materiali e opere eterogenee provenienti da tutta Italia e dall'estero, come l'imponente dipinto 'Ester al cospetto di Assuero' di Sebastiano Ricci, prestito del Palazzo del Quirinale, 'Interno della sinagoga di Livorno' di Ulvi Liegi e il 'Ritratto di Giuseppe Garibaldi' ad opera di Vittorio Corcos (entrambi provenienti dal Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno). Peculiare in questo progetto è stata la volontà di integrare il percorso con oggetti che testimoniano la vita ebraica quotidiana, come la porta dell'Aron Ha-Qodesh, l'Armadio sacro dorato in legno intagliato di una delle sinagoghe del ghetto di Torino che venne donato nel 1884 dalla Università Israelitica locale al Museo Civico di Torino, o le testimonianze di impegno personale, rappresentate per esempio dal baule della crocerossina Matilde Levi in Viterbo.
    "Quello che si inaugura - spiega il presidente Dario Disegni - è il terzo fondamentale tassello concepito dal Meis, dedicato alla millenaria esperienza ebraica in Italia: nel dicembre 2017 è stata inaugurata 'Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni', con prestiti provenienti dai più prestigiosi musei, archeologici e non solo, di tutto il mondo, e nel 2019 è stata allestita 'Il Rinascimento parla ebraico'', in cui spiccavano opere firmate da Mantegna e Carpaccio. Due mostre temporanee di grande successo, ora condensate nel percorso permanente 'Ebrei, una storia italiana', che si arricchirà ulteriormente al termine di 'Oltre il ghetto. Dentro&Fuori'". (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X