Venerdì, 14 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Viaggi

Home Viaggi Passeggiate artistiche nella regione di Parigi

Passeggiate artistiche nella regione di Parigi

PARIGI - La Francia riparte dall'arte e propone tre itinerari suggestivi e romantici alla scoperta di tre grandi autori, le cui dimore si trovano nella regione Paris ×le-de-France, a pochi chilometri dalla capitale. Quando torneremo a viaggiare sarà possibile organizzare nel verde della campagna parigina passeggiate letterarie e artistiche che in un paio di giorni ci consentiranno di scoprire meglio la pittrice Rosa Bonheur e gli scrittori Jean Cocteau e Alexander Dumas, partendo dalle loro dimore, oggi bellissime case-museo.

A un'ora di automobile a sud-est di Parigi si arriva ai margini della foresta di Fontainebleau, precisamente a Thomery, dove la pittrice Rosa Bonheur visse e dipinse per 40 anni fino alla sua scomparsa, nel 1899. Il quattrocentesco Château de By, aperto al pubblico, racconta la vita avventurosa e affascinante della pittrice, grande amante della natura e degli animali (tra le sue opere più famose c'è la tela Nivernais Aratura, esposta al Musée d'Orsay). Nel suo atelier il tempo sembra essersi fermato con un quadro sul cavalletto in attesa della pennellata finale, i quaderni con gli appunti ancora aperti. Lo Château, magnificamente restaurato e aperto anche a soggiorni e a brunch con le ricette amate dalla stessa Bonheur, è il punto di partenza per un itinerario tra i boschi e i filari del vitigno di Chasselas; a Tomery, infatti, è d'obbligo una passeggiata lungo lo storico Chemin des Longs Sillons, le alte mura costruite nel Settecento per delimitare i vitigni coltivati a graticcio. Da qui si prosegue per Moret-sur-Loing, pittoresca cittadina medievale immortalata dal pittore impressionista Alfred Sisley; seguendo le indicazioni si visitano la chiesa di Notre-Dame, le rive del fiume Loing, il ponte e le alzaie che hanno ispirato i quadri del pittore inglese. Per meglio ammirare la bellezza di questa località e del corso del fiume è possibile fare un volo in mongolfiera o scendere le rapide in canoa.

Infine, a Moret-sur-Loing è possibile visitare il curioso museo sulla caramella di zucchero d'orzo, amata anche da Napoleone; e accanto la boutique Sucre d'Orge dove comprarle. Il viaggio prosegue a Barbizon, villaggio alle porte della foresta di Fontainebleau, luogo perfetto per escursioni e arrampicate. Era anche il luogo scelto dai pittori parigini che volevano sperimentare la pittura open air; ecco perché Barbizon è conosciuta in tutto il mondo per la scuola di pittori con numerosi atelier e gallerie d'arte.

A sud di Parigi, nell'Essonne, si trova la casa dello scrittore, disegnatore, regista e attore Jean Cocteau: siamo a Milly-la Forêt nella dimora che l'artista abitò dal 1947 fino alla sua scomparsa, nel 1963. Stanco della mondanità parigina, Cocteau si rifugiò in una bellissima proprietà stile Luigi XIII su due ettari di giardino circondato dai canali di irrigazione e dai fossati del vicino castello. Ora è un museo, arredato con mobili d'epoca, disegni, foto, opere d'arte e manoscritti dell'artista.

Ma è soprattutto nel giardino che sembra ancora di vederlo seduto a scrivere accanto ai suoi animali, ai fiori e alle piante. A piedi si raggiungono i mercati coperti del XV secolo, i lavatoi e la porte du Moustier, meraviglia architettonica medievale perfettamente conservata. E' piacevole fermarsi nella vicina Chapelle Saint-Blaise-des-Simples, affrescata da Jean Cocteau, dove riposano l'artista e il compagno Edouard Dermit.

Milly-la-Forêt è famosa anche per le sue piante aromatiche e medicinali e in particolare per la menta piperita che può ancora essere acquistata nel negozio L'Herbier de Milly-la-Forêt. Dopo una pausa gourmet a Les Coqs o all'Aux Saveurs du Gâtinais è possibile fare una passeggiata nel cuore della foresta fino all'opera d'arte Cyclop, un gigante d'acciaio di 300 tonnellate alto 22 metri, costruito dallo scultore svizzero Jean Tinguely.

La terza passeggiata artistica ci porta a nordovest di Parigi, in un grande parco sulla collina di Port-Marly dove si trova il castello di Monte Cristo, dimora di Alexandre Dumas. Il celebre autore de I Tre Moschettieri e del Conte di Montecristo rimase affascinato dalla bellezza del territorio con i suoi grandi spazi naturali e fluviali e decise di farsi costruire una casa stravagante. «Voglio un castello rinascimentale di fronte a un padiglione gotico circondato dall'acqua e un parco all'inglese, adornato di grotte, giardini rocciosi e cascate»: furono queste le indicazione che Dumas diede all'architetto Hippolyte Durand per la costruzione del suo castello che oggi, con le facciate scolpite, è considerato un monumento storico. All'interno ci sono tutti i ricordi dello scrittore, i suoi ritratti, le lettere, i libri e i gli appunti e nel soggiorno moresco si trovano i busti di Dante, Shakespeare e Molière, i suoi scrittori preferiti, e numerosi oggetti esotici riportati dai suoi viaggi. La dimora di Cocteau si trova accanto allo Château d'If, un castello neogotico circondato dall'acqua in cui il prolifico romanziere amava isolarsi per lavorare; è un gioiello architettonico nelle cui pietre sono incisi i nomi dei suoi più grandi eroi, tra cui il famoso Edmond Dantès, il conte di Montecristo. A pochi chilometri dalla proprietà si trova il pittoresco villaggio di Marly-le-Roi, che probabilmente ha fatto da sfondo a molte avventure di Dumas. E' bellissimo passeggiare nel villaggio e scoprire il municipio con il suo giardino all'inglese, la casa del drammaturgo Victorien Sardou, la chiesa di Saint-Vigor e la strada principale con le facciate colorate e i numerosi locali. Il territorio è attraversato dalla Senna e punteggiato da villaggi - da Chatou a Bougival e a Croissy-sur-Seine - che affascinarono i grandi pittori impressionisti Pissarro, Manet, Monet, Renoir, sedotti dai paesaggi, dalla luce e dalle sponde del fiume, su cui amavano appoggiare i loro cavalletti.

La strada alla scoperta di Dumas prosegue verso la città di Saint-Germain-en-Laye, dove merita una visita il castello che oggi ospita il museo archeologico. Il parco del Domaine de Saint-Germain-en-Laye offre 40 ettari di giardini e viali fiancheggiati da tigli secolari, un luogo perfetto dove passeggiare. Qui l'Epona Club Nature organizza escursioni nella foresta a dorso dei pony; così come Cyclou 78 mette a disposizione biciclette per tranquille escursioni sulle due ruote.

Per maggiori informazioni: visitparisregion.com.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X