Martedì, 18 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Viaggi

Home Viaggi Mostra apre celebrazioni per 200 anni Gabinetto Viesseux

Mostra apre celebrazioni per 200 anni Gabinetto Viesseux

(ANSA) - FIRENZE, 24 GEN - E' la mostra 'Il Vieusseux dei Vieusseux. Libri e lettori tra Otto e Novecento' a Palazzo Corsini Suarez ad aprire le celebrazioni per i 200 anni di attività del Gabinetto, fondato a Firenze da Giovan Pietro Vieusseux il 25 gennaio 1820.
    Curata da Laura Desideri, la rassegna sarà inaugurata domani (fino al 30 giugno) e propone un percorso attraverso le sale del Gabinetto nel suo primo secolo di attività supportato da documenti originali e installazioni multimediali. Sono stati ricostruiti tre ambienti che evocano sale e persone presenti nelle prime tre sedi: Palazzo Buondelmonti (1820-1873), Palazzo Feroni (1873-1898), Palazzo Vieusseux, via Vecchietti (1898-1923), con oggetti del tempo, quadri, foto di interni, piante, ma anche descrizioni rintracciate nelle lettere e nei diari dei frequentatori, oppure nei romanzi ambientati a Firenze con riferimenti al Gabinetto come Indian summer di Howells del 1886. I libri esposti sono stati scelti tra quelli pubblicati in quel lasso di tempo: prime edizioni francesi, inglesi, tedesche, russe oltre che italiane, a partire dall'edizione 'ventisettana' dei Promessi Sposi fino alla Recherche proustiana. In mostra sono presenti anche le riviste pubblicate da Giovan Pietro: dall'Antologia, al Giornale agrario, alla Guida dell'educatore, all'Archivio storico italiano. Le celebrazione per il bicentenario della nascita di uno dei più grandi centri culturali d'Europa proseguirà con un programma di due anni di mostre, pubblicazioni e incontri. Oggi in occasione della presentazione della prima rassegna Laura Desideri ha spiegato che "i visitatori in questa mostra troveranno il fulcro europeo e cosmopolita di questa città tra '800 e '900. Un gabinetto di lettura dove si possono trovare riviste straniere, italiane, libri da prendere in prestito, un luogo dove incontrarsi e discutere di letteratura, storia e politica, una cosa ad ampio raggio e inedita per la città".(ANSA).
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X