Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

'Cabine d'artista', migrazioni, civiltà e ambiente

OSTIA - Andrea Aquilanti, Paolo Assenza, Carlo Cecchi, Giovanni Cimatti, Felice Levini, Marie Mathiesen, Anna Mileto, Gianfranco Notargiacomo, Donatella Spaziani, Alberto Timossi, Claudio Vagnoni, Edoardo Zucchi: sono soltanto alcune delle 'firme' protagoniste della mostra 'Cabine d'artista - Abbi cura', a cura di Paola Pallotta e promossa da SBA - Sporting Beach Arte, ospitata dal 20 ottobre al 3 novembre nello Sporting Beach, uno degli stabilimenti storici del litorale romano, a Ostia.

Quaranta artisti italiani e stranieri compongono un insieme eterogeneo per provenienza, curriculum, fama, metodologie e tecniche, tutti invitati a presentare un lavoro all'interno dello spazio di una cabina dello stabilimento balneare che abbia come tema fondante l'"avere cura" del patrimonio umano, culturale e materiale che siamo e che abbiamo il dovere di trasmettere al futuro. Pittura, disegno, ceramica, video, fotografia e installazioni dialogano nell'orizzonte ideale del mare e dei temi da esso generati, le migrazioni e le civiltà, gli scambi, i naufragi e i salvataggi, ma anche l'inquinamento, l'erosione, i danni e gli oltraggi all'ambiente.

"Allestire e poi abitare uno spazio comune - dice la curatrice Paola Pallotta - in questa epoca liquida , post-moderna, post-ideologica e dunque post-tutto, credo debba avere precisamente il senso di una nuova interpretazione della comunità, allo scopo di riattualizzarla in un nuovo agire ragionevole, nella vita privata come in quella pubblica, assumendo in questo modo valenza sociale. Così l'arte, dovendo ancora occuparsi delle questioni fondanti l'esistenza umana, è la condizione originaria del comprendere stesso, l'orizzonte comune in cui poniamo questioni aperte, il luogo stesso della conoscenza. E gli artisti, attraverso la funzione anche politica (dal greco polis, inteso qui come attività di cittadinanza) delle loro azioni, definiscono il senso del nostro vivere le relazioni umane, nella loro effettualità di rapporto tra individuo e mondo, tra senso e sentimento, agendo azioni di contrasto e di cura, parola che ha il dono di combattere avversità e dimenticanza".
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X