Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Viaggi

Home Viaggi Parma e Collecchio celebrano il pomodoro

Parma e Collecchio celebrano il pomodoro

Viaggi
© ANSA

PARMA - Una occasione per celebrare il pomodoro, uno dei prodotti che ha segnato la cultura del cibo a Parma e nel mondo: sabato 26 e domenica 27 agosto, nella città ducale e a Collecchio, si tiene la 2/a edizione di "Tomaca Fest", l'iniziativa presentata oggi, nata per promuovere il prodotto del territorio e per valorizzare il turismo, oltre che la Food Valley italiana con i suoi prodotti e le sue eccellenze.
    "Tomaca Fest" nasce dalla sinergia di diversi soggetti. Il pomodoro è un simbolo del saper fare della Food Valley italiana nell'ambito della filiera agroalimentare. L'"oro rosso" sarà protagonista del prossimo fine settimana che prevede mercati, mostre, un convengo, porte aperte in un'azienda di trasformazione, cene, laboratori e musica.
    La trasformazione del pomodoro affonda le proprie radici nella seconda metà del 1800 quando nacquero le prime industrie conserviere. Nella prima metà del Novecento a Parma ed in provincia se ne contavano molte. Con il tempo il loro numero si è ridotto notevolmente.
    Di tempo ne è passato da quando i pomodori si raccoglievano a mano e venivano conferiti dagli agricoltori alle singole aziende di trasformazione del territorio, perché fossero lavorati.
    Tradizione e innovazione sono stati i segreti di un percorso in cui la trasformazione dell'oro rosso è nata e si è sviluppata dando vita ad un distretto unico in Italia e nel mondo.
    Il festival vede protagonisti diversi soggetti: Parma, Città creativa per la gastronomia Unesco; il Comune di Collecchio, l'Azienda Sperimentale Stuard; Regione Emilia-Romagna; Stazione sperimentale per l'industria delle conserve alimentari; Master Comet Università degli Studi di Parma; OI Pomodoro da industria Nord Italia, Slow Food Parma; Musei del Cibo e Fondazione Ettore Guatelli.
    La kermesse prenderà avvio sabato 26, a Parma, in piazza Garibaldi, in mattinata, sotto i portici del grano, con il mercato dei prodotti a chilometro zero e la mostra pomologica con oltre 100 varietà di pomodori a cura dell'Azienda Sperimentale Stuard. Sempre sabato, alle 18, all'Azienda Sperimentale Stuard, è previsto il convegno incentrato sul tema della storia del pomodoro in relazione all'arte, a cui seguirà la "Cena in rosso"; a Collecchio, sempre sabato, dalle 10, alla Corte di Giarola, si terrà il convegno "Il filo rosso. Verso l'indicazione di origine del pomodoro in etichetta". Alle 15, "Porte aperte in azienda", alla Rodolfi Mansueto Spa di Ozzano Taro per il gruppo di residenti nella frazione di Ozzano Taro ed alle 16 per il gruppo che si prenoterà in Comune. Infine nel quartiere "I Prati", sempre a Collecchio, alle 20.30, con cena su prenotazione (tel: 0521806610); sarà aperto il Museo del Pomodoro alla Corte di Giarola.
    Domenica 27 al Parco Nevicati di Collecchio, dalle 10, mercato dei prodotti a chilometro zero e mostra pomologica, prodotti sostenibili di Slow Food; laboratorio di Educarte e laboratorio a cura del Vivaio Scodogna. Alle 16 PomoLabo per bambini, alle 18 "Baseball Gregg", musica dal vivo; alle 18,30 PomoCooking show con degustazione a tema. Aperto il Museo del Pomodoro con laboratorio per bambini alle 18, ed il Museo Ettore Guatelli, con visite guidate a tema alle 11 ed alle 17. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X