Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Terra e Gusto

Home Terra e Gusto Omega 3 del pesce ottimi alleati contro'Sindrome da rientro'

Omega 3 del pesce ottimi alleati contro'Sindrome da rientro'

Terra e Gusto
salmone grigliato
© ANSA

- ROMA - Apatia, stanchezza, tristezza e malumore: quando le giornate rilassanti in spiaggia o le rigeneranti passeggiate nei boschi sono solo un ricordo, ecco che si presenta puntuale il post-vacation blues, ovvero la temuta sindrome da rientro.

Affrontare le prime settimane dopo la pausa estiva non è affatto semplice, bastano però pochi accorgimenti per tornare alla solita routine. In questo, un ottimo aiuto arriva dalla tavola, poiché è risaputo che una corretta alimentazione ricca di omega 3 aiuta a combattere lo stress da rientro: gli omega 3 infatti, sono acidi grassi che agiscono sull'umore e permettono di limitare la stanchezza stagionale. Come fare dunque ad assumerne la giusta quantità? "Prediligendo il consumo di pesce ricco di Omega 3 come per esempio il salmone - osserva Rio Mare in una nota - che, anche in conserva, assicura il giusto apporto di questi veri e propri alleati per la salute". A questo proposito Rio Mare comunica di "aver lanciato i nuovi Filetti di Salmone Grigliato Rio Mare, disponibili in due varianti: all'Olio Extra Vergine di Oliva e al Naturale con succo di Limone. Un prodotto unico ed innovativo, che rappresenta un ottimo alleato per combattere la sindrome da rientro in modo sano e gustoso, grazie alla presenza degli Omega 3".

"Gli acidi grassi polinsaturi omega 3 a lunga catena (n-3 LCPUFA), quali l'acido eicosapentaenoico (EPA), l'acido docosaesaenoico (DHA) e l'acido docosapentaenoico (DPA), sono prodotti dal nostro organismo a partire da un acido grasso essenziale, l'acido alfa-linolenico. Gli n-3 LCPUFA svolgono un ruolo importante nella crescita e nello sviluppo del cervello, nella regolazione della pressione sanguigna, nella funzione renale, nella coagulazione del sangue e nelle reazioni infiammatorie e immunologiche. La sintesi non è però sufficiente a coprire il nostro fabbisogno, per cui è importante una assunzione supplementare di EPA, DHA e DPA attraverso una corretta alimentazione. Gli n-3 LCPUFA si trovano in alimenti come il pesce e gli oli di pesce e le alghe marine coltivate.

Una loro corretta assunzione contribuisce al mantenimento di una normale funzione cardiaca e, in particolare per il DHA, di una normale funzione visiva e cerebrale. Il pesce ed i prodotti ittici sono la fonte quasi esclusiva di EPA e DHA nella dieta umana. Il salmone, ad esempio, rappresenta un alimento ideale per apportare una quantità significativa di omega 3, e anche in scatola ne mantiene un buon contenuto, garantendo vantaggi nutrizionali simili al pesce fresco", spiega il dott. Sandro Dernini, esperto IFMED (International Foundation of Mediterranean Diet).

"Siamo impegnati da anni nel promuovere i principi di una sana e corretta alimentazione, un impegno che traduciamo anche nello sviluppo di prodotti innovativi e in grado di venire incontro alle esigenze nutrizionali dei nostri consumatori. Accompagnare grandi e piccini nelle loro scelte quotidiane a tavola, incoraggiandoli a seguire uno stile di vita sano basato su una regolare attività fisica e sul giusto apporto di proprietà nutritive, è infatti uno degli obiettivi che Rio Mare persegue da sempre. La nutrizione, in particolare, è uno dei pilastri di Qualità Responsabile, il nostro programma di Responsabilità Sociale d'Impresa, per una qualità a 360°, dal mare alla tavola", afferma Luciano Pirovano, International Marketing and CSR Director di Bolton Alimentari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X