Domenica, 28 Maggio 2023
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Un corpo per ChatGPT, ecco il robot sociale

Un corpo per ChatGPT, ecco il robot sociale

Scienza e Tecnica
Il robot Nao, che interagisce con le persone grazie a ChatGPT (fonte: Steve Rainwater, Pixabay)
© ANSA

"Io sono un robot sociale ed è la prima volta che posso interagire in maniera più conviviale": sa rispondere a chiunque gli faccia delle domande grazie aChatGPT, il piccolo robot Nao, che da anni è di casa nei laboratori e nelle sperimentazioni condotte in scuole e ospedali. La sua versione collegata a una delle più note applicazioni dell'Intelligenza artificiale (IA) lo ha reso capace di conversare con gli esseri umani senza dover essere programmato e debutta a Milano, dalla cattedra della Facoltà di Scienze della formazione dell'Università Cattolica.

"Sono contento di poter dare prova delle mie nuove capacità", ha detto ancora il piccolo robot, nella dimostrazione organizzata dall'Unità di ricerca sulla Teoria della Mente del Dipartimento di Psicologia.

L'idea di integrare un robot sociale con ChatGPT, hanno spiegato i ricercatori, deriva dalla capacità di questa tecnologia di intrattenere conversazioni naturali basate su scambi interattivi. "Abbiamo messo insieme ChatGPT e il robot sociale - ha detto Angelo Cangelosi, Director Cognitive Robotics Lab all'Università britannica di Manchester - per rendere più fluida la conversazione dei robot con le persone".

Collegato a ChatGPT, il robot Nao ha spiegato al pubblico le caratteristiche delle stagioni, dopo averci 'pensato' un po'. A chi lo ascoltava ha chiesto un'unica accortezza: "ricordati solo di parlarmi in modo semplice, spontaneo e senza fretta".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X