Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Saturno protagonista delle notti di agosto, con le Perseidi

Saturno protagonista delle notti di agosto, con le Perseidi

Scienza e Tecnica
Saturno è il protagonista del cielo di agosto (fonte: NASA Hubble da Wikipedia)
© ANSA

Nonostante l'imperdibile spettacolo delle Perseidi, le più celebri fra le stelle cadenti, è Saturno il protagonista nelle notti di agosto. Come sottolineato dall'Unione Astrofili Italiani (Uai), il pianeta degli anelli, si trova infatti alla distanza minima dalla Terra e il 14 agosto raggiungerà l'opposizione al Sole, ossia si troverà nel punto opposto al Sole rispetto alla Terra.

Come ogni agosto, le tradizionali stelle cadenti di San Lorenzo porteranno milioni di italiani ad alzare lo sguardo per qualche ora verso il cielo stellato, uno spettacolo da blockbuster reso possibile dall'impatto dell'atmosfera terrestre con le polveri lasciate dal passaggio della cometa Swift-Tuttle. Tantissime le iniziative per godere di questi momenti in compagnia, tra questi anche Calici di Stelle, l'iniziativa che abbina lo spettacolo della volta celeste a prelibatezze enogastronomiche, promossa il 10 agosto dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione Nazionale Città del Vino.

Quest'anno però lo sciame delle Perseidi, chiamato così perché le meteore sembrano tutte prendere origine dalla costellazione di Perseo, sarà piuttosto sottotono a causa della Luna. Nella notte tra l'11 e il12 agosto il nostro satellite sarà infatti al massimo della luminosità e ridurrà di molto le possibilità di avvistare le scie delle stelle cadenti.

Ma a tenere alto il livello di spettacolo notturno sarà il signore degli anelli, il secondo pianeta più grande del Sistema Solare che proprio in questi giorni sarà alla minima distanza dalla Terra e si offrirà per spettacolari notti di osservazione (bastano anche attrezzature molto semplici per poterne vedere gli anelli). Facilissimo sarà identificarlo proprio nella notte di Luna piena, quando i due saranno nel cielo vicinissimi tra loro (prospetticamente). Infine, dopo mesi di latitanza anche l'altro gigante, Giove, tornerà ad affacciarsi nel cielo notturno ad orari più semplici per gli osservatori spostandosi nella costellazione della Balena.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X