Lunedì, 26 Agosto 2019

Arriva il picco delle stelle cadenti - DIRETTA A MEZZANOTTE

Arriva il picco delle stelle cadenti di agosto. "Dopo un 2018 a dir poco memorabile, per il 2019 le condizioni osservative delle Perseidi saranno meno favorevoli, anche se sarà possibile vederne circa 50 l'ora a ridosso del picco", spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. Naturalmente per osservarle al meglio è neecessario allontanarsi dalle luci dei centri abitati, ma chi non potesse farlo potrà seguire lo spettacolo del cielo online su ANSA Scienza e Tecnica, grazie alla diretta in streaming con il Virtual Telescope in programma a partire dalla mezzanotte.


Le Perseidi, stelle cadenti di agosto (fonte: Max Pixel)

Le meteore di agosto sono generate dalle polveri lasciate dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 e che si avvicina alla Terra ogni 135 anni. "Il fenomeno si verifica quando la Terra si tuffa nella nube di polveri seminata dalla cometa nel suo peregrinare intorno al Sole. Questi grani di polvere, penetrando a gran velocità nell'atmosfera terrestre, bruciano per attrito lasciando in cielo le caratteristiche scie. A cadere quindi non sono stelle, ma briciole della cometa", spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope.

"La Luna sarà piena il 15 agosto e nei giorni del picco sarà visibile fin dal tramonto, per buona parte della notte. Le condizioni migliori di visibilità delle meteore di agosto - continua l'esperto - si verificheranno quindi nella parte finale della notte, poco prima dell'alba".

  Nella seconda parte della notte "la Luna calera' verso Ovest e la sua luce disturbera' meno", ha osservato Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). Nelle stesse ore il punto del cielo dal quale le Perseidi sembrano avere origine (chiamato radiante) e da cui prendono il nome, ossia la costellazione di Perseo, sara' piu' alto nel cielo e di conseguenza sara' possibile osservare un maggior numero di stelle cadenti.


Carta del cielo di agosto, in rosso la costellazione di Perseo alle 2:30 della notte del 13 (fonte: Virtual Telescope Project)

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X